PALERMO – “Questa mattina al canile di Palermo, ormai in stato di abbandono, sono arrivati perfino i Nas dei carabinieri, tempestati da centinaia di telefonate di associazioni e amanti degli animali”. Lo dice il consigliere comunale di Palermo del gruppo Misto Filippo Occhipinti. “Ho potuto constatare, nel corso di una mia ispezione, lo stato di incuria e degrado in cui versa la struttura, con le gabbie piene di escrementi – dice Occhipinti – perfino le sterilizzazioni e le operazioni di accalappiamento si sono fermate. Il servizio va garantito e non può essere sospeso di punto in bianco scadendo nell’emergenza, né si può pensare di giocare a scaricabarile con i volontari che fino ad oggi hanno garantito il funzionamento del canile e servizi altamente specializzati. Il personale Reset va impiegato, ma per questo servono tempi lunghi. Il sindaco prenda provvedimenti immediati: è lui per legge il responsabile degli animali e del loro benessere”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi