PALERMO – In occasione delle festività natalizie è stata presa una decisione: via Ruggero Settimo, il “salotto buono” di Palermo, verrà pedonalizzata a partire dal 19 dicembre fino al 6 gennaio, allo scopo di favorire lo shopping natalizio aiutando le attività commerciali del posto.

Soddisfazione è stata espressa dal presidente di Confesercenti, Mario Attinasi: “La decisione dell’amministrazione comunale di pedonalizzare via Ruggero Settimo dal 19 dicembre al 6 gennaio, dalle 10:00 alle 20:30, risponde alle richieste avanzate a più riprese da Confesercenti Palermo: siamo convinti che le chiusure al traffico, se accompagnate da misure ad hoc e attività specifiche, come nel caso di via Maqueda, aiutino a rendere la città più vivibile per tutti e favoriscano le attività commerciali”.

“L’incontro di ieri tra gli assessori Catania e Marano e le associazioni ha sancito questa unità d’intenti – spiega Attinasi – e non possiamo che essere soddisfatti del cambiamento di posizione di alcuni colleghi che finora avevano invece criticato aspramente le chiusure al traffico. Nel corso della riunione è inoltre stata riproposta l’istituzione del doppio senso di marcia in via Roma, che alleggerirebbe il traffico su via Crispi: gli assessori ci hanno assicurato che studieranno la fattibilità di questo provvedimento che, siamo sicuri, aiuterebbe il centro città. Un’ipotesi che Confesercenti da tempo caldeggia”.

Favorevole alla pedonalizzazione anche il presidente della commissione Attività Produttive del comune di Palermo Paolo Caracausi (Idv) che a tal proposito afferma: “Pedonalizzare via Ruggero Settimo era un atto quasi dovuto, visto il successo di via Maqueda. Mi complimento con gli assessori Catania e Marano che hanno coinvolto in questa scelta le associazioni categoria, cosa che non è stata fatta in altre occasioni e per altre scelte. Credo che le pedonalizzazioni, che in un primo momento hanno trovato il parere contrario dei residenti e dei commercianti, oggi siano invece richieste da tutti – continua Caracausi – è necessario però fare una verifica del loro stato e sopratutto renderle efficienti dotandole di arredi e piante: ancora oggi alcune aree pedonalizzate non hanno alcun arredo, come via Principe di Belmonte nel tratto compreso tra via Roma e via La Masa o via Torrearsa nel tratto compreso via Daita e via Isidoro La Lumia, e i commercianti, stanchi di una pedonalizzazione inesistente, hanno chiesto la riapertura della strada. Mi auguro che in questo periodo, ma anche per il futuro, le piazze e vie pedonali siano animate, arredate e vigilate come in tutte le capitali europee e non diventino i luoghi delle bancarelle tanto criticate dalle associazioni e dai cittadini”.

Teresa Fabiola Calabria

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi