PALERMO – Il Politecnico di Torino  presenta a Palermo  un percorso museale virtuoso per il futuro Museo Regionale della Ceramica. Questo sarà il tema dell’esposizione “New Vision: innovazioni culturali e gestionali per il Museo”che si inaugurerà a Palermo, domani martedì 24 marzo  ore 11.00, nella fantastica cornice del cinquecentesco  Palazzo Ajutamicristo organizzata da Vera Greco, Direttore del Museo calatino.  

Attraverso le tavole degli studenti dell’Università torinese i visitatori potranno ammirare  in una “new vision”  come saranno allestiti gli spazi e i percorsi del nuovo museo della ceramica di Caltagirone. “Malgrado la parziale ristrutturazione e restauro della nuova sede dell’ex Convento di S.Agostino,  il Museo Regionale della Ceramica  di Caltagirone non ha visto, ad oggi, il suo  trasferimento nei nuovi locali  per cui è stato possibile “sperimentare”, grazie ad una collaborazione preziosa e qualificatissima con il Politecnico di Torino,un percorso virtuoso, facendo studiare proprio alcuni ambienti della nuova sede museale del nostro Museo di Caltagirone, agli allievi del corso tenuto  dalla Prof.ssa Valeria Minucciani, nel semestre scorso di Architettura degli Interni, Allestimento e Museografia”. 

Le proposte degli studenti, guidati dalla Minucciani e dalle sue validissime collaboratrici,    hanno portato alla luce, attraverso gli elaborati,  concetti di coinvolgimento emozionale dello spettatore, racconto, gioco, comunicazione scientifica, insomma tutto quello che la migliore museografia contemporanea teorizza e realizza, in Italia, come in Europa e negli altri paesi. All’inaugurazione saranno presenti, oltre Maria Elena Volpes, Soprintendente BB.CC.AA di Palermo, che farà gli onori di casa,   l’Assessore dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana Antonio Purpura, il Dott. Gaetano Pennino, Dirigente Generale del Dipartimento BB.CC. e I.S.,  Valeria Minucciani, Prof. Aggr.  di Architettura degli Interni, Allestimento e Museografia del Politecnico di Torino, Francesco Attaguile, presidente HUB- Siciliainternezional, Aurelio Angelini direttore della Fondazione Patrimonio Unesco Sicilia, il sindaco di Caltagirone Nicola Bonanno e i deputati calatini presenti a  Sala  d’Ercole.

T.C

Scrivi