PALERMO – Posto che tra gli obiettivi principali dei palermitani il giorno di Natale si annoverano elementi imprescindibili e irrinunciabili quali: a)grandi tavolate piene di ogni ben di Dio; b) interminabili partite a carte che finiscono inevitabilmente col far litigare perfino i nuclei familiari più uniti stile “Famiglia Cuore” eccetera, vi segnaliamo una serie di eventi a cui partecipare, anche nel tentativo di mandare giù il pranzo natalizio, che sottopone lo stomaco palermitano a sforzi del tutto simili a quelli fatti dal semidio Ercole nel corso delle sue famose Fatiche.

Il Conservatorio Vincenzo Bellini ad esempio, propone una serie di concerti – ad ingresso rigorosamente libero fio esaurimento posti – con musiche di Mozart, Forsyth, Bruch,Shostakovich, Morricone, Rota.

Ad aprire la rassegna sarà, martedì 15 dicembre alle ore 21:00 l’Orchestra Sinfonica “Vincenzo Bellini” che sotto la direzione di Carmelo Caruso eseguirà il Concerto per corno e orchestra K.447 di Mozart con la partecipazione solistica di Antonino Sfar, il Concerto per viola e orchestra di Cecil Forsyth eseguito da Christian Cutrona, il Concerto in sol min op. 26 di Max Bruch con Maria Chiara Barbaro violino solista e il Concerto n. 2 op. 102 di Šostakovič con AlessandraPipitone al pianoforte.

Spazio anche ad alcune celebri musiche da film con le colonne sonore di Ennio Morricone per “C’era una volta in America” di Leone e di Nino Rota per Amarcord di Fellini. Sabato 19 dicembre, ancora alle ore 21, si proseguirà con un recital della fisarmonicista Carmela Stefano che proporrà arrangiamenti da musiche di Bach, Vivaldi, Pozzoli e Lundquist. Le sonorità jazz saranno protagoniste del concerto che mercoledì 22 dicembre alle ore 19:00 vedrà sul palcoscenico della Sala Scarlatti l’Orchestra Nuovi Linguaggi diretta da Giuseppe Vasapolli. Voci e strumenti si alterneranno nell’esecuzione di classici del jazz e del repertorio natalizio americano per arrivare ad autori più recenti proponendo musiche di Michel Petrucciani, Tom Harrell, Fred Coots, Felix Bernard, Cole Porter, George Gerswhin, Jerome Kern, Roy Hargrove, The Beatles, Kurt Cobain, Van Halen, Oasis.

Giovedì 23 dicembre alle ore 11 un appuntamento dedicato al grande barocco italiano nell’esecuzione dell’Orchestra da Camera “Salvatore Cicero” diretta da Luigi Rocca. In programma il Concerto grosso op. VI n. 8 “Fatto per la notte di Natale” di Arcangelo Corelli e Le quattro stagioni dal Cimento dell’Armonia e dell’Inventione di Antonio Vivaldi con Maurizio Rocca nel ruolo di violino solista.

Martedì 29 dicembre alle ore 18:00 infine, la rassegna degli appuntamenti natalizi si concluderà dando spazio alla musica dei nostri giorni con il concerto del MiniM Ensemble diretto da Lucio Garau presente anche in veste di esecutore dell’elettronica dal vivo insieme a Marco Accardi e Giovanni Magaglio. In programma Brush. Per un musicista e un calcolatore dello stesso Lucio Garau eseguito dal flautista Luigi Sollima, il Solo. Per mandolino ed elettronica in tempo reale di Karlheinz Stockhausen nell’esecuzione di Emanuele Buzi e Altra voce. Per voce, flauto contralto ed elettronica in tempo reale di Luciano Berio con la voce di Chiemi Wada.

Veniamo alle Fiere. Per chi preferisce passare un po’ di tempo tra le bancarelle, alla ricerca di un pensierino da donare ai propri cari, o semplicemente per passeggiare, c’è la Fiera di Natale di fronte al carcere Pagliarelli, oppure la Fiera Natalizia in corso Umberto a Bagheria, che partirà il 19 dicembre per concludersi il 23 – qui l’evento Facebook con tutte le info del caso – . Altro mercatino natalizio l’11, il 12 e 13 dicembre, dalle ore 9:30 alle 13:00 e dalle ore 16:30 alle 19:30 a Piazza san Francesco di Paola. 

Per chi si trovasse nella zona del Parco Cassarà, tra lo svincolo Brasa – Basile, Viale Regione Siciliana e via Lussorio Cau, è possibile visitare La Fiera di Natale, dove trovano spazio i commercianti e artigiani locali. La fiera resterà aperta dal 14 novembre 2015 al 10 gennaio 2016.

Anche piazza Unità d’Italia ha la sua Fiera, dal 16 al 25 dicembre, dove l’artigianato locale e le tipicità natalizie la fanno da padrone.

Immancabile una visita presso la Fiera del Mediterraneo, padiglione 20, dal 12 al 20 dicembre, con più di 5000 mq di esposizione, visitabili tutti i giorni dalle 16:00 alle 23:00.

Infine, last but not least, una visita ai presepi più belli della città: si va da quello allestito presso  “Il boccone del povero” di corso Calatafimi 327, a quello presso la chiesa di S.Giuseppe dei Teatini ai quattro Canti di città, per poi andare presso quello allestito presso la Cattedrale in corso Vittorio Emanuele.

A proposito di presepi, una piccola soddisfazione per i nostri lettori: si è tenuta sabato 5 dicembre, presso la Basilica di Santa Croce a Firenze, l’inaugurazione del “Presepe incantato” dell’artista palermitano Pippo Madè. In rappresentanza del sindaco di Palermo era presente il consigliere comunale Paolo Caracausi. Il presepe, composto da sculture in vetro di murano, resterà esposto fino al 10 gennaio del 2016. L’iniziativa è stata organizzata dall’associazione culturale “Festina lente”.

“E’ stato per me un grande onore partecipare all’inaugurazione di questo presepe realizzato da un artista palermitano apprezzato in tutto il mondo – dice Caracausi – il presepe giunge a Firenze dopo essere stato già esposto ad Assisi, Monreale, Palermo, Messina, Lecce e Rieti. Ringraziamo il maestro Madè per avere ancora una volta portato alto il nome di Palermo in tutta Italia e per questo sarebbe bello se la città trovasse una sede adeguata per esporre in modo permanente tutte le sue opere”.

Teresa Fabiola Calabria

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi