PALERMO – Gli automobilisti incalliti e i nemici delle aree pedonali si rassegnino: l’area pedonale di via Maqueda piace, e pure tanto. Come si legge in una nota diffusa recentemente dal Comune di Palermo, infatti: “L’ufficio Mobilità ha emesso un’ordinanza che proroga fino al prossimo 10 gennaio 2016 l’area pedonale in via Maqueda, nella fascia oraria dalle 10:00 alle 24:00”.

“La decisione della proroga – hanno detto il sindaco Leoluca Orlando e l’assessore alla Mobilità, Giusto Catania – è anche il frutto del successo ottenuto nelle varie manifestazioni, su cui, evidentemente, insisteremo anche in proiezione delle prossime festività natalizie. La chiusura al traffico di via Maqueda, in connessione con l’itinerario arabo-normanno – sottolineano Orlando e Catania -, ha anche trovato il gradimento dei residenti e dei commercianti, apprezzando la riqualificazione della strada, fatta dall’amministrazione, grazie a nuovi investimenti produttivi. Le pedonalizzazioni si confermano uno degli strumenti principali per la riqualificazione del centro storico, così come per il suo rilancio in termini di vivibilità ed attrattività commerciale”.

Mario Attinasi Presidente Confesercenti PalermoMario Attinasi, presidente di Confesercenti Palermo, non ha dubbi: “La decisione della giunta Orlando di prorogare fino al 10 gennaio del 2016 la chiusura alle auto di via Maqueda fino a mezzanotte, adottata oggi con apposita ordinanza, è una risposta alle nostre richieste avanzate in occasione dell’incontro con l’amministrazione della scorsa settimana, così come lo è stato il posizionamento dei nuovi cestini lungo il percorso arabo-normanno. Pertanto ci riteniamo soddisfatti, anche se c’è ancora molto da fare: chiediamo la defiscalizzazione per tre anni per le nuove attività produttive, una presenza più costante delle forze dell’ordine per la sicurezza, più decoro e pulizia. Del resto il successo dello Sherbeth (il Festival del gelato artigianale conclusosi giorno 20, nda) dimostra che eventi e manifestazioni possono attirare cittadini e turisti, per questo sarebbe bene cominciare a programmarli per tempo anche in vista della bassa stagione”.

Tutto perfetto quindi? Purtroppo non è così. Infatti, è bene ricordarlo, i cantieri per il tram sono ancora aperti, il traffico resta invariato, gli autobus spesso e volentieri non passano. E le Ztl incombono.

Teresa Fabiola Calabria

Scrivi