PALERMO – “L’esenzione Iva per la Reset è una buona notizia, peccato che l’amministrazione abbia perso tempo non facendo prima la consortile”. Lo dice il capogruppo di Idv Filippo Occhipinti, in merito al parere reso nei giorni scorsi dall’Agenzia delle Entrate: “Se qualche assessore fosse meno pieno di sé e ascoltasse di più i nostri consigli, oggi avremmo avuto diverse decine di milioni di euro disponibili in più e servizi ormai a regime – dice Occhipinti, che continua- : “La formula della consortile, almeno nella funzione di espletamento dei servizi comuni delle partecipate, va applicata anche a tutti quei servizi comuni dei soci. Fra questi ricordo ad esempio le officine di riparazione e manutenzione mezzi che potrebbero essere trasferite, con il personale qualificato, in un’unica officina alla Reset, o il servizio degli autisti.

“La razionalizzazione di questi servizi e l’esenzione dell’Iva -conclude Occhipinti- sono non solo vitali per l’efficienza dei servizi da dare ai palermitani, ma anche una concreta opportunità per  ridurre le tasse che tanto male fanno alle tasche, sempre più vuote, dei cittadini. La città merita di più, non può ancora aspettare, il tempo delle chiacchiere è abbondantemente scaduto”.

Soddisfazione circa l’esenzione Iva alla Reset è stata espressa da Palazzo delle Aquile, nelle persone del sindaco Leoluca Orlando e gli assessori al Bilancio e all’Ambiente, Luciano Abbonato e Cesare Lapiana: “L’esperienza Reset sta dimostrando – ancora una volta- come a Palermo sia possibile trasformare un disastro provocato da sprechi e ruberie in un terreno di buone pratiche. Il parere reso dall’Agenzia delle Entrate, che consente l’esenzione Iva dell’operazione tra il Comune di Palermo e la Reset, conferma la bontà del progetto intrapreso dall’amministrazione comunale con la costituzione della consortile e ciò, con buona pace, di cassandre e di inutili catastrofismi come di “esperti del giorno dopo”. Un particolare apprezzamento a quanti- e sono per il bene della città, la stragrande maggioranza- in consiglio comunale hanno dato sostegno alle nostre proposte. Nei prossimi giorni l’amministrazione comunale incontrerà i rappresentanti sindacali per procedere agli ulteriori passaggi previsti dagli accordi sindacali e per definire al meglio i servizi da rendere ai cittadini, con il necessario impegno dei lavoratori.”

Teresa Fabiola Calabria

Scrivi