PALERMO – Non si placano le polemiche seguite alla recente scoperta dei furti compiuti da alcuni dipendenti Rap, -furti che andavano dalla carta igienica ai furti di gasolio per un totale di circa 300 litri di carburante al dì, prelevati dai mezzi aziendali- e che,una volta scoperti sono poi stati arrestati.

Durissima reazione da parte dell’Idv:”Licenziamento immediato: è questo quello che merita chi ruba alla collettività. I palermitani sono stanchi di assistere all’ennesimo saccheggio delle proprio tasche, il tutto dopo gli enormi sacrifici fatti per pagare la tassa sui rifiuti, unica vera entrata della Rap”. Lo dicono i consiglieri comunali di Idv Paolo Caracausi e Filippo Occhipinti. 

“Finirà che per un manipolo di ladri e fannulloni, a pagare le  conseguenze saranno coloro che invece vogliono fare il proprio lavoro onestamente – dicono Caracausi e Occhipinti – Bisogna che le pene siano esemplari e che i controlli siano ancora più assidui; gli stessi lavoratori Rap, quelli che tengono al proprio lavoro, siano il primo ostacolo a questo malaffare che denigra poi tutti i lavoratori dell’azienda. Ai dipendenti onesti diciamo: tenete pulita la vostra città, denunciate chi ruba e chi non vuole lavorare, solo così potrete recuperare la stima di una città e dei palermitani che chiedono solamente la città pulita e onestà nell’usare le risorse pubbliche. Il sindaco crei immediatamente una commissione di vigilanza per tutti i lavoratori delle partecipate e prenda provvedimenti nei confronti di chi non lavora e ruba, ma anche nei confronti di chi è preposto al controllo”.

Teresa Fabiola Calabria

Scrivi