PALERMO – L’IPASVI – Infermieri Professionali di Palermo– scende in piazza. In una nota da loro diffusa, si legge la volontà di denunciare “la grave condizione professionale e lavorativa dei lavoratori del comparto nell’ambito dell’erogazione dell’assistenza sanitaria, la mancata proroga e stabilizzazione del personale di assistenza e di supporto, la sottostima dei parametri per la determinazione delle dotazioni organiche, la gravissima carenza di organico che, nel periodo estivo, non garantirà la continuità assistenziale determinando l’incremento del rischio clinico e nocumento per gli utenti.”

Ma l’elenco dei disservizi continua inesorabile: vengono denunciati infatti anche “La mancanza di adeguati controlli nelle strutture private accreditate atte a verificare la consistenza e l’adeguatezza degli organici, il mancato inserimento dell’infermiere pediatrico nella pianificazione gestionale, la mancata attribuzione dell’organizzazione e della gestione dell’assistenza al dirigente infermieristico”.

Per questi motivi è attualmente in corso il sit-in di protesta presso piazza Ottavio Ziino, sede dell’assessorato Regionale della Salute, allo scopo di ottenere finalmente delle risposte, e possibilmente delle soluzioni concrete.

Teresa Fabiola Calabria

Scrivi