I rosanero pareggiano 2-2 in casa contro l’Atalanta. Apre le marcature Vazquez, poi Borriello e Paletta ribaltano il risultato prima della rete finale di Struna che sigilla il risultato.

Ballardini torna al ”Renzo Barbera” e sceglie per sfidare l’Atalanta il 4-3-1-2 con Sorrentino in porta. Difesa a quattro composta da Struna, Vitiello, Gonzalez e Pezzella. A centrocampo è Jajalo ad agire in cabina di regia affiancato da Hiljemark a destra e Chochev a sinistra. In avanti, invece, è Vazquez ad assistere il duo Trajkovski-Djurdjevic. L’avvio è assolutamente a tinte rosanero. Colpo di testa di Chochev, Bellini colpisce la palla con le mani: Doveri non ha dubbi, rigore per il Palermo e cartellino giallo per il capitano dell’Atalanta. Dal dischetto si presenta Vazquez che con freddezza spiazza Sportiello. L’Atalanta però non ci sta, e al 10’ trova il gol del pareggio. E’ Borriello a realizzare dal dischetto, dopo un fallo di Struna ai danni di Gomez. Al 19’, invece, il primo ammonito della partita per i rosanero. E’ Chochev a stendere Cigarini irregolarmente, Doveri estrae il giallo per il bulgaro. Sugli sviluppi della punizione, Raimondi rientra sul sinistro impegnando in due tempi Sorrentino. E’ ancora l’esterno nerazzurro, due minuti dopo, a colpire di testa in area di rigore su cross di Gomez non centrando però la porta.

Al 21’, cross di Chochev dalla sinistra con Dramé che di petto cerca Sportiello. Djurdjevic per poco non si inserisce, il portiere dell’Atalanta si salva in qualche modo. Altro ammonito della gara, in casa nerazzurra, è De Roon al minuto 39 per un fallo su Vazquez lanciato verso l’area avversaria. Il Palermo prova a spingere ma non riesce a realizzare la rete del vantaggio.

Il secondo tempo inizia subito con un cambio tra i rosanero, esce Djurdjevic ed entra al suo posto Gilardino. Il Palermo prova a premere ma è l’Atalanta a trovare il vantaggio al 55’ con Paletta che di testa tutto solo in area di rigore batte Sorrentino sugli sviluppi di una punizione battuta da Cigarini. Ballardini corre ai ripari inserendo Quaison al posto di Chochev. Ed è proprio lo svedese a creare un pericolo al 63’ saltando Bellini e conquistando un corner. In mischia, Sportiello salva sul colpo di Gilardino. E’ il momento di massima pressione dei rosanero, ma Vazquez prima e Gonzalez dopo non riescono a battere il portiere nerazzurro. L’ultimo cambio nel Palermo è Lazaar, che prende il posto di Pezzella al 73’. La svolta arriva tre minuti dopo, con Struna che in area di rigore col destro riesce a battere Sportiello dopo un tentativo di Jajalo respinto dalla difesa ospite. La squadra di Ballardini ci crede ma Jajalo all’85’ non riesce a porta vuota sugli sviluppi di una punizione a battere Sportiello. Due minuti dopo, invece, è Gilardino in girata a non trovare la porta da ottima posizione. Espulso Vitiello al 90’ per fallo da ultimo uomo su Freuler. E’ l’ultima emozione della partita. Il Palermo sale a quota 29 punti in classifica, ad un punto dal Frosinone e a due dal Carpi che giocherà domani sera contro il Milan.

(fonte: palermocalcio.it)

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi