Il Jazz  avrà a  Palermo un suo luogo, nel cuore della città nasce il “Palermo Jazz Club”.

9 Ottobre 2014

NAIMA JAZZ
QUARTET
Alice Sparti voce Giorgia Meli voce
Anita Vitale voce Florinda Piticchio voce
Gaspare Palazzolo sax tenore Lino Costa chitarra
Seby Burgio pianoforte
Gabrio Bevilacqua contrabbasso
Carmelo Graceffa batteria

Il Naima Jazz Quartet è un progetto che nasce nel 2001 e vede protagoniste quattro vocalist già affermate, individualmente, all’interno del contesto musicale siciliano: Alice Sparti, Giorgia Meli, Anita Vitale e Florinda Piticchio. Il desiderio di esplorare il repertorio jazzistico tradizionale si mescola all’intenzione di sperimentare soluzioni armoniche e improvvisative costruite ad hoc sulle quattro voci femminili, mettendo le caratteristiche individuali di ciascuna artista al servizio di un sound originale. Gli arrangiamenti costituiscono il punto di partenza grazie
al quale gli itinerari melodici, armonici e ritmici si trasformano in un’idea comune. Il quartetto vocale in questa occasione è accompagnato dalla sezione ritmica formata da Seby Burgio al piano, Gabrio Bevilacqua al contrabbasso e Fabrizio Giambanco alla batteria. Inoltre la band è arricchita dalla presenza del sassofonista Gaspare Palazzolo e del chitarrista Lino Costa, i quali, negli anni, hanno assiduamente collaborato al progetto.

16 Ottobre 2014
SERGIO MUNAFÒ
DYNAMIC ORGAN QUARTET

Sergio Munafò chitarra
Claudio Giambruno sax tenore
Angelo Cultreri organo
Emanuele Primavera batteria

Il chitarrista e compositore Sergio Munafò, da più di vent’anni sulla scena jazzistica, è tra i musicisti più amati del panorama siciliano.
In questa occasione presenterà un nuovo disco dal titolo Lights frames, registrato a Palermo con Enzo Zirilli alla batteria, Angelo Cultreri all’hammond e Claudio Giambruno al sax, album che raccoglie composizioni originali, standard e rivisitazioni di canzoni come
“Mi ritorni in mente” di Battisti.
La scelta di suonare con l’organo senza basso è maturata al fine di ricreare il sound tipicamente caldo e blues di Wes Montgomery insieme ai mitici hammondisti Jimmy Smith e Melvin Rhyne. L’amore di Munafò per la tradizione chitarristica “old school”, la sua approfondita conoscenza della antica scuola di Joe Pass, Barney Kessel, George Benson, lo hanno portato nel giro degli ultimi anni a collaborare con alcuni fra i maggiori musicisti internazionali approdati nell’isola.

unnamed23 Ottobre 2014

NEW MODERN JAZZ QUARTET

Giuseppe Mazzamuto vibrafono

Riccardo Randisi pianoforte
Riccardo Lo Bue contrabbasso
Giuseppe Urso batteria

Il New Modern Jazz Quartet è una solida realtà musicale siciliana con un mood tutto internazionale.
Esegue il repertorio del famoso Modern Jazz Quartet, formazione storica fondata nel 1952 e composta da Milt Jackson (vibrafono), John Lewis (pianoforte), Percy Heath (contrabbasso), e Kenny Clarke (batteria); Clarke
fu sostituito da Connie Kay nel 1955. Il Modern Jazz Quartet ebbe grande notorietà e spaziò attraverso generi come il bebop, il cool jazz, il third stream, ma il suo tratto distintivo era lo stile contrappuntistico e classicheggiante di brani come Vendome e Fontessa. Per l’abitudine dei componenti di stare in scena in modo formale (il Modern Jazz Quartet infatti si esibiva in frac nelle sale da concerto destinate alla musica classica), il quartetto fu accusato di voler piegare il jazz ad uno stile “bianco”.

 

 

30 Ottobre 2014

FABRIZIO BOSSO

meets URBAN FABULA

Fabrizio Bosso tromba

Seby Bugio pianoforte

Alberto Fidone contrabbasso

Giuseppe Tringali batteria

Fabrizio Bosso è uno dei più grandi jazzisti contemporanei. Trombettista dalla grande personalità, dotato di un gusto per la ricerca e per la dimensione colta della musica ma anche per l’intrattenimento, di un’intelligenza musicale che gli consente di essere leader e sideman perfetto. Dopo i folgoranti esordi è diventato un artista maturo, capace di agire in più direzioni, di omaggiare illustri trombettisti come Miles Davis e Don Cherry, di confrontarsi con la musica di Nino Rota, di dialogare con musicisti dal background diverso come Antonello Salis e Luciano Biondini. Tecnicamente impeccabile, ciò che più colpisce di Bosso è la creazione di una sintassi personale, in cui, la qualità e la dinamica del suono non sono mai scontate, il senso dello swing è enfatico, la tensione creativa costante, anche nell’interpretazione degli standard americani. Per il Palermo Jazz Club, Fabrizio Bosso sarà affiancato dagli Urban Fabula.

Numerose le presenze nazionali ed internazionali, dando spazio alla realtà musicale ed artistica locale, non meno importante.

Il Palermo Jazz Club ha avviato la campagna abbonamenti per la stagione concertistica 2014/2015.
Il cartellone è di assoluto prestigio.
Esiste la possibilità, oltre, l’abbonamento, di acquistare il biglietto per ogni singolo concerto.

La musica è preziosità dell’anima, è crescita interiore dell’individuo, motore di sviluppo socio-economico per il territorio.

www.palermojazzclub.it

 

Scrivi