Il Jazz avrà a Palermo un suo luogo, nel cuore della città nasce il “Palermo Jazz Club”.
Numerose le presenze nazionali ed internazionali, dando spazio alla realtà musicale ed artistica locale, non meno importante.
Il cartellone è di assoluto prestigio.
Esiste la possibilità, oltre, l’abbonamento, di acquistare il biglietto per ogni singolo concerto.
La musica è preziosità dell’anima, è crescita interiore dell’individuo, motore di sviluppo socio-economico per il territorio.

5 Marzo 2014

Flora Faja “Dear George”

Flora Faja voce

Orazio Maugeri sax

Giovanni Mazzarino pianoforte

TBA contrabbasso

TBA batteria

L’album Dear George è incentrato sulle melodie di George Gershwin, al quale la cantante ha dedicato il progetto, con le orchestrazioni affidate a uno dei massimi esperti del panorama musicale jazz, il pianista Giovanni Mazzarino.

Il titolo dell’album prende spunto da una lettera che la stessa cantante ha indirizzato a George Gershwin e nella quale gli confida in che maniera le sue composizioni l’abbiano in un certo senso influenzata e rapita. È dunque un vero e proprio omaggio discografico, quello di Flora Faja al compositore che ha donato al jazz standard immortali come Got Rhythm, Summertime e But Not For Me. Una voce calda per un percorso condotto sull’onda della raffinatezza, sempre attenta al dettaglio nel raffrontarsi con il songbook gershwiniano, e che imprime un segno personale a temi entrati a far parte dell’immaginario musicale del ‘900.

12 Marzo 2014

Joy Garrison Sings Jazz in Sicily

Joy Garrison voce

Riccardo Randisi pianoforte

Riccardo Lo Bue contrabbasso

Giuseppe Urso batteria

Joy Garrison, cantante newyorkese e figlia d’arte, comincia a cantare sotto la guida di suo padre Jimmy Garrison (per anni contrabbassista dello storico quartetto di John Coltrane).

Si è esibita nei più importanti locali di Manhattan e del mondo, al fianco di musicisti del calibro di Barney Kessel, Cameron Brown, Billy Heart. La vocalità intensa e struggente da un lato, morbida e pastosa dall’altro, impregnata di blues, la verve ritmico-melodica e la perfetta padronanza dello strumento voce le permettono una grande versatilità nell’affrontare repertori diversi, con una predilezione per il funk, il soul, il gospel, e naturalmente il jazz e il blues.

Degne di nota, tra le altre, le sue collaborazioni con Renzo Arbore, Zucchero, Eros Ramazzotti, Tony Scott, Gloria Estaban, Josè Carreras.

Al Palermo Jazz Club Joy Garrison canterà standard della tradizione americana e composizioni originali.

unnamed

19 Marzo 2014

Dino Rubino Kairòs

Dino Rubino pianoforte

Giuseppe Mirabella chitarra

Nello Toscano contrabbasso

Emanuele Primavera batteria

Emanuele Giunta corno francese

Luca Grasso corno francese

Camillo Pavone trombone

Gaetano Cristofaro clarinetto basso

Personalità in ascesa della nuova scena jazzistica europea, Dino Rubino affronta la sua ultima avventura musicale pubblicando il secondo album da leader, Kairòs (Tuk Music), dopo il primo disco intitolato Zenzi (pubblicato sempre da Tuk Music nel 2012) e prodotto da Paolo Fresu. Kairòs è registrato con un’insolita formazione in ottetto e rappresenta la foto di un momento importante dal punto di vista spirituale, fisico e artistico. Le composizioni spaziano tra generi molto diversi tra loro (dal folk al jazz, dalla classica al soul). Il titolo del disco, Kairòs, potrebbe avere diversi significati: in questo caso è un abbandono a qualcosa di grande, un lasciarsi condurre per mano da un vento difficile, un perdersi, anche con paura, in luoghi sconosciuti. Ne viene fuori una musica dalla sottile vena malinconica, ma con un retrogusto di una profonda speranza.

26 Marzo 2014

Maria Pia Devito & Huw Warren Diàlektos

Maria Pia De Vito voce

Huw Warren pianoforte

Il disco Diálektos testimonia lo straordinario incontro musicale tra la vocalist Maria Pia De Vito e il pianista e compositore inglese Huw Warren, due artisti dalla forte personalità e con il desiderio di intraprendere nuovi percorsi musicali. La creatività vocale e le infinite possibilità della voce si uniscono a sorprendenti innovazioni pianistiche. Il programma di Diàlektos contiene brani originali con testi in napoletano, come “Allirallena”, una poesia di Totò musicata dalla De Vito, e “Jesce”, una composizione di Huw Warren in cui si è incastonata perfettamente “Jesce sole”, antico canto napoletano del 1200. In Diàlektos troviamo anche un omaggio al Brasile, con “Beatriz” di Chico Buarque e “Ginga Carioca” di Hermeto Pascoal.

 

 

 

Scrivi