Tre punti d’oro per il Palermo che supera il Frosinone grazie alle reti, nel secondo tempo, di Gilardino e Trajkovski.

Ballardini decide di affidarsi al 3-4-1-2. Davanti a Sorrentino, in difesa agiscono Cionek, Gonzalez ed Andelkovic. A centrocampo, sulle fasce ci sono Rispoli a destra e Morganella a sinistra con l’esperienza di Maresca e il dinamismo di Hiljemark al centro. In avanti, a supportare Gilardino e Quaison, c’è Franco Vazquez.

Avvio di partita favorevole ai padroni di casa, con Rosi che dopo un minuto mette al centro dalla destra per Ciofani che di testa però non trova la porta. Il Palermo non si intimorisce e col duo Quaison-Vazquez alza il baricentro. Al 4’, è Andelkovic a colpire di testa sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Hiljemark non colpendo in maniera precisa.

I rosanero hanno in mano il pallino del gioco, con Maresca e Vazquez bravi a trovare sempre spazio tra le linee dei calciatori del Frosinone. La squadra di casa, invece, basa il suo match sulla grinta e le ripartenze. E da una di queste, Pavlovic costringe al fallo Gonzalez. Il numero 12 viene ammonito e, già diffidato, salterà il match di domenica prossima contro la Sampdoria.

Col passare dei minuti, Stellone sposta Soddimo dietro le due punte Kragl-Ciofani. Un paio di occasioni pericolose per i padroni di casa, soprattutto su calcio piazzato con Pavlovic che impegna Sorrentino. L’ammonizione di Rosi per fallo su Rispoli è l’ultima emozione del primo tempo, che termina così dopo dopo due minuti di recupero.

L’avvio di secondo tempo sembra favorevole a Gucher e compagni. Prima Paganini su cross di Kragl dalla sinistra non trova la porta di testa, poi è lo stesso numero 11 ad impensierire Sorrentino. Il Frosinone alza il ritmo ma nel momento migliore dei padroni di casa è il Palermo a colpire: Vazquez serve sulla destra Rispoli, il cross dell’esterno rosanero è perfetto per Gilardino che di testa anticipa Leali e porta avanti i rosanero al 56’. E’ l’episodio che sblocca il match. Sì, perché il Frosinone perde un po’ le distanze in campo e contemporaneamente la squadra di Ballardini guadagna metri e spazi in contropiede, senza però riuscire a chiudere la partita.

Entra Trajkovski per Quaison da una parte, Dionisi al posto di Pavlovic dall’altra. Al 70’, buona giocata di Ciofani che attacca la profondità sorprendendo Gonzalez ma non Sorrentino, attento a respingere in calcio d’angolo. Nel taccuino di Rocchi, per ammonizione, finisce anche Cionek prima che Jajalo sostituisca un ottimo Vazquez. All’80, ancora Frosinone in avanti. Soddimo serve Paganini, Sorrentino è strepitoso a chiudere la porta e dire di no. E’ un assedio quello dei padroni di casa, intanto nel Palermo è Chochev a prendere il posto di Gilardino. Al 92’, il Palermo chiude la partita: sul lancio di Cionek, è bravissimo Trajkovski a difendere la palla e battere Leali. Finisce così, i rosanero vincono 0-2. Tre punti d’oro per il Palermo, che raggiunge così quota 32 in classifica in attesa di Carpi-Empoli che si giocherà domani.

(fonte: palermocalcio.it)

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi