Il Tar ha sospeso la ZTL voluta dal sindaco Leoluca Orlando. Una strana ZTL in cui potevano entrare quasi tutti, a patto di pagare – tranne, in verità le auto Euro 1 e Euro 2 (a questo punto però il sindaco poteva anche escludere i mezzi da sbarco anfibi della II guerra mondiale). In pratica, una tassa.

Ma perché il sindaco Leoluca sentiva l’urgenza di una tassa che, manco a dirlo, non voleva nessuno?

Ma per finanziare i nuovi Tram che, manco a dirlo, nemmeno quelli voleva nessuno. E che non passano nemmeno per il centro.

Mi dicono che il TAR abbia preso sette mesi per decidere. Vedremo come andrà a finire.

Intanto propongo di ribattezzare per il momento la ZTL, che avevo chiamato “Zona Tassa Leoluca”, col nome di Zero Tassa Leoluca.

A proposito: cittadini palermitani, attenti ai limiti di velocità, alle soste in doppia fila e a ogni infrazione che può dare a luogo a multe.  Il comune su quei soldi ci contava, e da qualche parte dovrà tirarli fuori.

Carlo Barbieriimgselt

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi