PALERMO – Dopo la notizia della bocciatura da parte del Tar che ha congelato le Ztl fino al 6 novembre, è di queste ore la notizia che per chi lo desidera, dal 26 aprile sarà possibile richiedere il rimborso del pass.

Questo è ciò che fa sapere il Comune di Palermo, che nel corso di un incontro tecnico tra presidenti, gli uffici di Amat e Sispi con i funzionari dell’amministrazione comunale e gli assessori al Bilancio e alla Mobilità, Luciano Abbonato e Giusto Catania, ha deliberato l’avvio delle procedure.

Si legge infatti in una nota di Palazzo delle Aquile: “Cominceranno il prossimo 26 aprile le procedure per il rimborso dei pass della Ztl Centrale per i cittadini che ne faranno richiesta. Si potrà richiedere il rimborso, attraverso una procedura online sul sito del Comune che permetterà di scegliere facilmente tra il rimborso tramite il bonifico e la ricezione di un assegno al proprio domicilio. Chi, invece, non volesse seguire la procedura online potrà chiedere un appuntamento tramite sms (il numero sarà comunicato in seguito) e sarà convocato quindi presso gli uffici dell’Amat dove sarà fatto il rimborso tramite la consegna di un assegno. Il rimborso sarà integrale di tutte le spese sostenute per la richiesta del pass”.

Nel frattempo i cittadini che hanno sinceramente a cuore la salvaguardia dell’ambiente non riescono a spiegarsi come mai, se inizialmente il provvedimento circa le zone a traffico limitato era stato pensato per vietare l’ingresso alle auto nel centro storico, l’amministrazione abbia provveduto, tra l’altro con largo anticipo, a pedonalizzare larghe fasce dello stesso, rendendo in ogni caso impossibile l’accesso ai mezzi. Insomma un rompicapo che neanche quello sull’enigmatico sorriso della Monnalisa.

Teresa Fabiola Calabria

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi