PALERMO – Francesco Scoma, senatore e componente dell’ufficio di presidenza di Forza Italia e GiulioTantillo capogruppo al Comune di Palermo intervengono sulla bocciatura da parte del TAR Sicilia della ZTL proposta dall’amministrazione comunale di Palermo, accogliendo il ricorso presentato dagli avvocati Alessandro Dagnino e Giovanni Scimone per conto delle associazioni Bispensiero, Vivo Civile e Comitato Salviamo il Cuore di Palermo e da circa 200 cittadini di Palermo.

«È l’ennesimo stop che questa amministrazione è costretta a registrare – affermano Francesco Scoma e GiulioTantillo – e stavolta prende il nome di ZTL. Il Tar ha rinviato tutto a novembre ma sono già parecchie migliaia i palermitani che hanno acquistato un tagliando che vale da sei mesi a un anno. Vogliamo sapere – spiegano i politici – quali saranno le modalità di rimborso per questi cittadini e quando questo sarà effettuato».

«La giunta – continuano Scoma e Tantillo – si conferma poco influente sulla qualità della vita della città, soffocata sempre di più e sempre peggio da traffico, immondizia e tasse. E a questo, si aggiunge la confusione che regna sovrana. A Palermo l’unica presenza certa, quanto inquietante, sono gli extra comunitari che ad ogni angolo di strada presidiano il territorio. È una situazione senza sbocco e, con questa amministrazione, la città appare anche senza futuro».

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi