Troppo forte l’Aetna Mascalucia per una Pgs Risurrezione sfortunata, che resiste solo un tempo al Palazzetto Comunale di Mascalucia, prima di cedere per 30 a 20. Un risultato che brucia, anche perchè maturato dopo l’infortunio di capitan Luca Oddo, uscito nel secondo tempo per un taglio profondo al sopracciglio. Prima frazione su piani equilibrati, con il Mascalucia che tiene il pallino del gioco, trovando però una Pgs Risurrezione coriacea e mai doma, che tiene botta in ogni zona del campo. La differenza, soprattutto fisica e atletica, tra le due compagini si manifesta nella ripresa, dove tra infortuni e stanchezza la Pgs lascia campo libero al Mascalucia, che chiude la gara e arrotonda il punteggio nei minuti finali. «Gara spigolosa – dichiara il dirigente Gianfranco Buccheri – in cui loro hanno meritato. Noi abbiamo da recriminare i due infortuni, tra cui quello di Luca Oddo, che hanno condizionato la partita e accorciato ulteriormente la rosa. Nonostante, infatti, la lunga rosa costruita, la nostra precaria condizione e gli infortuni hanno fatto sì che i punti raccolti sino ad ora siano meno di quelli che abbiamo meritato. Dopo le prossime due gare ci sarà la sosta e sarà allora che lavoreremo per migliorare la condizione e costruire un buon girone di ritorno».

Ennesima sconfitta stagionale che non scalfisce l’orgoglio e il morale di una Pgs convinta di poter fare un grande recupero nel girone di ritorno. Crederci è importante e nelle situazioni di difficoltà lo è ancora di più.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi