Vittoria e salvezza in serie A1 conquistata con tre giornate d’anticipo. L’Orizzonte Catania supera il Firenze e si assicura la permanenza matematica nella massima divisione di pallanuoto femminile con largo anticipo, rispetto alla conclusione della stagione. Le rossazzurre del presidente Nello Russo superano per 10-6 le toscane, alla piscina “Francesco Scuderi” nella quindicesima giornata e così archiviano definitivamente il discorso-salvezza, arrivando a +10 in graduatoria su Sis Roma e Città di Cosenza, penultime. Capitan Tania Di Mario e compagne giocano una grande partita, andando avanti già dall’inizio e vincendo 3-1 il primo tempo, prima di ribadire la propria supremazia nel secondo parziale, conquistato per 2-1. La terza frazione si chiude sul 2-2, ma le catanesi consolidano il successo nel quarto tempo, vinto 3-2. Sofia Lombardo, Claudia Marletta e Valeria Palmieri sono le top-scorer del match con due reti ciascuno, mentre Tania Di Mario, Alessandra Battaglia, Emily Greenwood e Roberta Grillo segnano un gol a testa. Soddisfatta Martina Miceli, coach dell’Orizzonte Catania. “Sono contenta – afferma – , abbiamo giocato una grande partita. La nostra prestazione mi è davvero piaciuta, mi sono proprio divertita. Poi per carità gli errori li abbiamo fatti, però sono state tutte brave, anche quelle che a volte sono meno decisive. Mi è piaciuta moltissimo Sofia Lombardo, così come è stata bravissima Emily Greenwood. Hanno giocato tutte, hanno segnato anche quelle che di solito lo fanno meno. Mi spiace solo che prima della partita sia trapelato il sospetto di qualcuno che insinuava avremmo certamente lasciato i tre punti a Firenze. Noi non regaliamo niente a nessuno e non lo faremmo mai, perché una cosa simile non fa parte del nostro Dna. Siamo felici per la salvezza acquisita diversi turni prima della fine del campionato, soprattutto perché ad inizio stagione qualcuno non ci dava scampo e ci indicava addirittura come fanalino di coda. Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo primario e adesso guardiamo avanti, ben sapendo che il futuro è dalla nostra parte. Voglio ringraziare ancora una volta i nostri tifosi, perché ci sono stati vicini. Questo risultato è di tutta la gente che come loro soffre e lotta insieme con noi anche fuori dalla piscina, settimana dopo settimana”.

Scrivi