La Waterpolo Messina adesso ci crede. La squadra siciliana si lancia all’inseguimento della capolista Plebiscito Padova ed è adesso seconda nella classifica del massimo campionato nazionale di pallanuoto femminile. Il “sette” di coach Maurizio Mirarchi comincia il 2015 con una vittoria netta ed una prestazione sontuosa. A Roma, contro la Sis, le peloritane sono stellari in attacco e in difesa. Punteggio finale di 13-5 con 4 gol di Aiello, 3 di Bosurgi e 3 di Garibotti. Messina pratico, cinico e concreto. Partita costantemente in mano alla Waterpolo, che domina in lungo e in largo. Per la gioia del tecnico Mirarchi, che si aggiudica il derby tutto familiare con la figlia Veronica, giocatrice della Sis Roma. Dopo il pareggio (7-7 il finale) contro la Mediterranea Imperia, Messina torna prepotentemente al successo. Apilongo e compagne, in graduatoria, sono a 4 punti dal Padova, che soffrendo è riuscito ad espugnare la piscina “Francesco Scuderi” di Catania superando un’ottima Orizzonte. Il team del presidente Nello Russo ha giocato una gara gagliarda contro la prima della classe. Le ospiti si sono imposte per 10-7 sudando le classiche sette camicie. Capitan Tania Di Mario e Valeria Palmieri sono state le migliori in casa rossazzurra. Impresa sfiorata per le ragazze di Martina Miceli. Il trainer etneo commenta così la partita: “Abbiamo sfiorato il colpaccio e giocato alla pari con Padova per buona parte della gara. Mi è piaciuta davvero tanto la prova delle mie ragazze e, se consideriamo che abbiamo perso con uno scarto più che dignitoso malgrado loro siano più forti dello scorso anno, possiamo essere contente della nostra partita. Abbiamo giocato con tre atlete classe 2000 in acqua, una ha segnato, un’altra ha tirato senza paura e l’altra si è fatta rispettare come sempre. Hanno giocato tutte e tredici e anche questo è un dato positivo. Ci sarebbe sicuramente piaciuto compiere l’impresa, anche se non era questa la partita da vincere”. L’allenatore rossazzurro aggiunge: “Per noi è un periodo un po’ particolare, io nelle ultime due settimane non sono stata a Catania per stare accanto a mia madre che non sta tanto bene e lo stesso accadrà nelle prossime due, ma sia Aurora Coppolino che Tania Di Mario stanno facendo un grandissimo lavoro e devo ringraziarle. Tutte le ragazze sono cresciute tantissimo”. Il torneo riprenderà sabato 31 gennaio con la disputa della dodicesima giornata. L’Orizzonte giocherà a Bogliasco. Messina, invece, ospiterà Firenze.

 

 

 

Scrivi