L’impresa è compiuta! La Famila riesce nel colpaccio vincendo il derby contro i cugini della Nuoto Catania al termine di una gara giocata in maniera pressoché perfetta dai ragazzi di Maugeri. Con questa vittoria la Famila si porta a quota 9 punti in classifica che significa: quarto posto,  piena zona play-off raggiunta e sorpasso sulla Nuoto Catania. Un derby è sempre una partita dal sapore particolare e Catania in questo caso ha potuto assistere ad un vero e proprio spettacolo, davanti ad una cornice di pubblico entusiasta. La fame di vittoria della Famila ha avuto il sopravvento e i ragazzi di Maugeri hanno portato a casa meritatamente l’intera posta in palio.

 

LA GARA. La chiave della vittoria sta nel primo parziale: 3-0 fulmineo dei Muri Antichi, 4/4 con l’uomo in più contro uno 0/3 da parte della Nuoto Catania, poco concreto in avanti. La squadra di Dato è riuscita a colpire dalla distanza, grazie alle reti di Torrisi e Massa (a soli 2 secondi dalla fine del primo parziale) che hanno riportato a contatto gli ospiti dopo essere stati in svantaggio sul 4-1. Famila perfetta in difesa e concreta in attacco grazie alle realizzazioni di Barbaric, Scirè (encomiabile la sua prova nonostante la sua non perfetta condizione fisica), Marchese e Scuderi. Nel secondo parziale la Famila spreca una ghiotta occasione con Scuderi, ma ci pensa Barbaric a suonare la carica con una bordata che porta i Muri Antichi sul 5-3. Kacar accorcia, ma ancora Scuderi, in giornata di grazia, chiude il secondo parziale sul 6-4. La Nuoto Catania continua la sua giornata no con l’uomo in più, ma resta in partita grazie al gol del -1 di Parisi. Muscuso e Scebba ristabiliscono il massimo vantaggio per i ragazzi di Maugeri, con Scuderi che chiude il terzo tempo sul 9-6 con un pallonetto chirurgico. La Famila è costretta a fare a meno di Paratore, espulso per eccesso di nervosismo, fuori anche Kacar, uscito per limite di falli. Quarto tempo che vede la Nuoto Catania colpire con Massa prima e Catania poi. La Famila non sente però la pressione e da grande squadra, con la forza di un grande collettivo, riesce a mantenere alta la concentrazione, come chiesto più volte da mister Maugeri alla vigilia della gara. Ultime fasi concitate, la Nuoto Catania ha provato ad acciuffare il pari negli ultimi secondi ma senza trovare il guizzo vincente davanti al portiere Vittoria. Finisce 9-8 per la Famila che gioisce per un risultato meritato e che dà grande morale in vista del prosieguo del campionato.

 

INTERVISTE. “Oggi è una grande giornata – ammette un raggiante Luigi Spinnicchia – abbiamo meritato la vittoria che è frutto del lavoro del tecnico e dei ragazzi. Abbiamo messo tantissimo cuore, vinciamo il derby e scavalchiamo in classifica i cugini e siamo vicini alla zona play-off. Abbiamo la consapevolezza di essere una società con 19 anni di storia di cui 13 in serie A che ci elevano a squadra rispettabile. Per noi questa vittoria ha un grande valore, potrebbe essere il crocevia per un campionato differente rispetto a quello che avevamo previsto”.

“Il valore delle due squadre in vasca era chiaro – dichiara il mister Mauro Maugeri – con loro in amichevole spesso abbiamo perso. Non succede spesso di sovvertire i pronostici ma oggi è accaduto. Per noi era molto importante, abbiamo messo rabbia, grinta e tanto cuore. Molti ragazzi erano ex della partita e l’hanno sentita in maniera particolare, si è visto anche da come hanno esultato a fine partita. Speriamo da adesso in poi di trovare la stessa intensità anche nelle prossime partite, la salvezza è ancora lontana ma vincere la stracittadina è comunque una grande soddisfazione. Mi dispiace che Luca Sfogliano non ha potuto condividere con noi questa vittoria, ma sarà felice anche a tantissimi chilometri di distanza”.

 

FAMILA MURI ANTICHI-NUOTO CATANIA 9-8

 

 

Famila Muri Antichi: Vittoria, Scebba 1, Scuderi 3, Marchese 1, Barbaric 2, Reina, Scirè 1, Mannino, Cassone, Indelicato, Paratore, Muscuso 1, Caltabiano. All. Maugeri.

Nuoto Catania: Spampinato, Catania 1, Maiolino, La Rosa, Sparacino, Privitera, Torrisi G. 2, Condemi, Kacar 1, Parisi 1, Russo, Massa 3, Pellegrino. All. Dato.

Arbitri: Ercoli e Roberti Vittory.

Note: parziali 4-3, 2-1, 3-2, 0-2. Usciti per limite di falli Paratore (MA) e Kacar (C) nel terzo tempo, Maiolino (C) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Muri Antichi 7/15, Catania 3/9. Spettatori 500 circa.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi