di Umberto Pioletti

 

La Sicilia fa festa nel quinto turno d’andata del massimo campionato nazionale di pallanuoto femminile. Esulta l’Orizzonte Catania e salta di gioia anche la Waterpolo Messina. Le due squadre isolane si confermano protagoniste nella pallanuoto e sognano in grande. Certo non è il caso di esaltarsi più di tanto, la stagione è ancora lunga. Le difficoltà sono dietro l’angolo, ma la Trinacria almeno nella pallanuoto può sognare. Sogna Messina, che grazie al grande lavoro di coach Luca Tarquini espugna la piscina della Waterpolo Prato per 13-10 e mantiene il ritmo delle prime in classifica. Imperia e Padova, le “corazzate” del campionato, vincono e mantengono la testa della classifica. Il “sette” peloritano è secondo a sole tre lunghezze dalle due battistrada. Arianna Garibotti e Silvia Bosurgi continuano a regalare prodezze in serie e trascinano il team messinese al successo in Toscana. L’Orizzonte, invece, fa valere la legge della piscina “Francesco Scuderi”. Terza gara casalinga e terza entusiasmante affermazione. Successo che vale doppio perché conquistato contro una rivale diretta nella lotta per la salvezza: la Sis Roma di Vidovic. Capitoline annientate dalle rossazzurre per 13-6. Grande prova, e non è una notizia, di capitan Tania Di Mario (5 reti), seconda nella classifica dei marcatori del torneo. Splendida prestazione  della giovanissima Roberta Santapaola, che a 13 anni di età ha segnato il suo primo gol in serie A1.

“Abbiamo giocato un primo tempo disastroso, nel quale siamo state davvero poco attente – dice il trainer catanese Martina Miceli – , a seguito di un rilassamento psicologico eccessivo della squadra in settimana. Proprio per questo prima della partita ero nervosissima, perché sembrava quasi che fossimo convinte di aver già vinto ancor prima di giocare. Dal secondo tempo in poi abbiamo avuto davvero una bella reazione e siamo andate bene, conquistando una vittoria per noi fondamentale. Mi fa piacere sottolineare la prestazione di un’altra delle nostre giovani atlete come Santapaola, che ha fatto anche un gol. Roberta ha grandi potenzialità e lo ha dimostrato malgrado la giovane età, al pari delle altre sue coetanee che stanno facendo bene come lei”.

Scrivi