di Umberto Pioletti

Secondo turno del campionato di serie A2 maschile di pallanuoto. Nel girone Sud, tra le formazioni siciliane, sorridono solo Telimar Palermo e Ortigia Siracusa. Va male, invece, all’Item Nuoto Catania, alla Famila Muri Antichi Catania e al C. C. 7 Scogli Siracusa.

Grande impresa del Telimar, che sbanca la piscina di Quartu Sant’Elena e batte la Promogest Cagliari con il finale di 12-10. Il “sette” di coach Puleo rimonta negli ultimi due parziali, mette la freccia e stacca definitivamente, nel punteggio, la squadra sarda. Vittoria importante per i palermitani, che continuano la loro marcia a punteggio pieno in vetta alla classifica insieme con Roma Pallanuoto, Civitavecchia e Ortigia. Zubcic con quattro gol trascina il Telimar. Il migliore della sfida è il portiere palermitano Alessandro Sansone, che entrato nei momenti topici della gara para davvero tutto stoppando la reazione dei cagliaritani. L’Ortigia Siracusa, invece, si impone con sofferenza, ma con merito a Bologna per 8-7. La compagine allenata dal trainer Leone sfodera una prestazione maiuscola soprattutto in difesa con Patricelli e Abela sugli scudi. Giornata da dimenticare per i team catanesi. L’Item Nuoto Catania esce sconfitta da Salerno. L’Arechi, neopromossa in A2, beffa i rossazzurri di Peppe Dato per 9-8. “Lavoro ed umiltà sono necessari se vogliamo disputare un campionato di vertice – dichiara il presidente della Nuoto Catania, Mario Torrisi -. E’ una sconfitta che non ci aspettavamo, ma rimango fiducioso a patto che siano rispettate queste condizioni. Comunque non ci abbattiamo e guardiamo con voglia di riscatto al derby di sabato con l’Ortigia”. Male anche la Muri Antichi, seconda sconfitta consecutiva stavolta in casa contro la Roma Nuoto per 15-8. Amareggiato il tecnico Renato Caruso: “Il problema della squadra è più mentale che tattico. Dopo una settimana più che positiva tra allenamenti e amichevoli, non mi aspettavo un approccio alla partita così negativo. Era una gara importante per noi, loro hanno meritato la vittoria. Siamo stati molli nel pressing e poco cattivi in attacco”. Infine la C. C. 7 Scogli Siracusa cede alla Rari Nantes Salerno per 9-8. Troppi gli errori sotto porta dei ragazzi guidati da Baio. Siracusani inchiodati all’ultimo posto della clssifica con Muri Antichi, Promogest e Latina.

Scrivi