di Umberto Pioletti

 

Se il buongiorno si vede dal mattino, le squadre siciliane ne faranno di strada nel campionato di serie A/2 maschile di pallanuoto. Il torneo è cominciato col “botto” per Item Nuoto Catania, Telimar Palermo e Ortigia Siracusa. Tre successi netti e convincenti. E’ andata male, ma con notevoli attenuanti, a Famila Muri Antichi Catania e C. C. 7 Scogli Siracusa, che erano attese da trasferte piuttosto insidiose.

Alla piscina “Francesco Scuderi” di via Zurria, spettacolo ed emozioni targate Nuoto Catania. I rossazzurri di Peppe Dato spazzano via la Promogest Cagliari con un eloquente 20-9. Gara dominata dai catanesi, che trovano in Nenad Kacar il leader e trascinatore. Per lui otto gol e giocate d’alta scuola. Felice il tecnico Dato: “Non posso che essere soddisfatto per l’ottima prova dei ragazzi. Unico neo della partita è forse il fatto che nella prima fase potevamo fare meglio in difesa e subire meno reti. Pensiamo da subito al prossimo impegno. Sabato giocheremo a Salerno e ci aspetta una partita sicuramente complicata contro una squadra neopromossa in A/2 e che, alla prima in casa, vorrà fare bene davanti al proprio pubblico”. Ottimo l’esordio della Telimar Palermo, che rifila un perentorio 18-5 alla Rari Nantes Latina. In luce Lo Cascio (4 gol) e Calò (3 reti). A Siracusa, invece, l’Ortigia di coach Leone strapazza l’Arechi per 14-6. Scatenato Danilovic, autore di 5 gol.

Semaforo rosso, infine, per la Muri Antichi a Civitavecchia (13-10 per i locali, che sono tra i favoriti per la vittoria finale del campionato) e per il C. C. 7 Scogli a Roma (11-7 il finale per il team capitolino).

Scrivi