Una vittoria che profuma di salvezza quella della Famila Muri Antichi che vince il derby contro il Telimar Palermo e ipoteca a sei giornate dalla fine la salvezza. Dopo le due sconfitte consecutive la Famila, come spesso accaduto in questa stagione, ha tirato fuori il meglio nelle sfide probanti, come lo è senza dubbio quella contro il Telimar e con grande determinazione ha portato a casa i tre punti meritatamente. Una vittoria frutto di un grande spirito di abnegazione e sacrificio, soprattutto in difesa, con Maugeri grande stratega che ha saputo imbrigliare al meglio le bocche di fuoco avversarie. La gara si era messa subito sui binari giusti per i Muri Antichi, che colpivano con Scebba e Barbaric con in mezzo il gol di Lo Cascio per il 2-1 del primo tempo. Due gol in superiorità di Paratore tra secondo e terzo tempo portano la Famila sul massimo vantaggio di 4-1, ma il pericolo, contro una squadra del calibro del Telimar è sempre dietro l’angolo. Calabrese dalla distanza, Di Patti su rigore e Trebino, lasciato colpevolmente solo, approfittano di alcuni errori della formazione etnea per riaprire completamente la gara impattando sul 4 pari. Ad inizio quarto parziale ancora Trebino realizza il gol inaspettato del sorpasso Telimar, ed è qui che la Famila ha saputo reagire alla grande, senza mai perdere lucidità. Scebba intercetta un passaggio e vola in contropiede per ristabilire la parità (5-5), poi Indelicato con l’uomo in più e ancora Zappalà in contropiede (segno di una condizione fisica super), portano la Famila sul rassicurante 7-5 a poco più di due minuti dalla fine. Per le statistiche il gol finale di Lo Cascio nell’unica superiorità (rigore escluso) realizzata dalla squadra palermitana.

“Quando si vince un derby, per di più con un solo gol di scarto – dichiara Spinnicchia – c’è poco da commentare a livello tecnico. Non li battevamo da tanto tempo, per noi questa vittoria ci dà grande impulso per il nostro obiettivo che è la salvezza. Non ho mai visto in difficoltà i miei ragazzi, anche quando siamo andati sotto la squadra ha dimostrato di esserci. Sono molto contento per i ragazzi, hanno lavorato alla grande dopo aver recuperato numerosi acciacchi. Era il momento giusto per accelerare e lo abbiamo fatto, adesso speriamo di divertirci sempre di più”.

“Vittoria di fondamentale importanza – afferma Mauro Maugeri – frutto di un grande lavoro difensivo sia a uomini pari che in inferiorità. Abbiamo messo in difficoltà i loro uomini migliori, in attacco abbiamo girato meglio, tanti contropiedi e molte palle intercettate. I ragazzi hanno dimostrato un’ottima condizione. La prossima partita contro la Nuoto Catania sarà una gara difficile, ma ci arriviamo senza troppo stress psicologico dopo questa vittoria, ma consapevoli di aver fatto un ottimo lavoro fino ad ora”.

POL. MURI ANTICHI-TELIMAR PALERMO 7-6

 

POL. MURI ANTICHI: Vittoria, Scebba 2, Scuderi, Marchese, Barbaric 1, Reina, Scirè, Zappalà 1, Cassone, Indelicato 1, Paratore 2, Muscuso, Mannino. All. Maugeri.

TELIMAR PALERMO: Serrentino, Di Patti R., Galioto, Di Patti F. 1 (rig.), Lo Dico, D’Aleo, Trebino 2, Geloso, Lo Cascio 2, Calabrese 1, Fabiano, Giliberti, Sansone. All. Quartuccio.

Arbitri: Bianco e Cirillo.

Note: parziali 2-1, 1-0, 1-3, 3-2. Uscito per limite di falli Cassone (MA) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Muri Antichi 3/7, Telimar 1/6 più un rig. realizzato. Spettatori 250 circa.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi