E il cast ringrazia: “Catania è Catania”

CATANIA – Da Catania a…. Catania. Ieri sera al teatro Sangiorgi, ospiti dell’evento Panorama d’Italia, sono intervenuti i protagonisti della serie tv più seguita d’Italia, Squadra Antimafia. Un vero e proprio bagno di folla ha accolto Marco Bocci, alias Domenico Calcaterra, Paolo Pierobon (Filippo De Silva), e gli altri “eroi” della fiction, oltre al produttore Pietro Valsecchi e ai registi Kristoph Tassin e Samad Zamardilli.

10256242_10203278888881064_1145683503153289190_n“Catania mi piace – ha esordito Valsecchi – Amo lavorare qui, infatti ho detto ai registi che dall’anno prossimo voglio più riprese sulla città, che è il valore aggiunto della nostra produzione”. Gli fa eco il regista Kristoph Tassin: “La prima cosa che dico a chi viene a lavorare con noi sul set di Squadra Antimafia è di godersi questa città, e di far tesoro dell’esperienza che stanno per fare, perchè la porteranno sempre con loro.

Lo stesso Valsecchi, non lasciandosi del tutto andare ha concesso anche qualche chicca sulla prossima serie, rivelando che anche la figura di “Domenico Calcaterra” era in discussione, vista la titubanza di Marco Bocci nel proseguire, anche se alla fine tutto si è concluso per il meglio e quindi il protagonista principale continuerà la sua avventura alla Duomo. Ci saranno delle new entry e come sempre a farla da padrona sarà l’elemento sorpresa, con personaggi che apparentemente sembrano far parte della schiera dei buoni ma in realtà.. sono i cattivi da sconfiggere. Tra i nuovi protagonisti ci sarà Daniela Marra, che interpreterà il ruolo di un’esperta informatica del corpo della Guardia di Finanza arrivato in soccorso degli uomini della Duomo, anche se la stessa attrice ha lasciato trasparire che il suo personaggio sarà un pò particolare.

“Non credo che ci siano personaggi sempre buoni, o sempre cattivi – prosegue Valsecchi – tutti siamo un pò l’uno, un pò l’altro e questo è ciò che più attrae il pubblico, che si lega ai personaggi e ne giustifica qualunque azione, vedi Calcaterra”.

Gli fa eco Marco Bocci, continuamente osannato dal pubblico del teatro Sangiorgi. Ogni sua parola, così come le dichiarazioni degli altri personaggi di spicco della serie sono state interrotte da cori di stima, che hanno dato ancora più vivacità alla serata.

“Domenico Calcaterra è un personaggio particolare – inizia a spiegare Marco Bocci – estremamente integralista da una parte, e anche troppo incauto dall’altra. Lui ama le donne in quanto tali, non fa selezioni in base all’essere un buono o un cattivo personaggio. Il suo forte integralismo nei confronti della legge a volte lo portano ad essere il primo trasgressore della stessa, ma lui non se ne rende neanche conto. Non è comunque solo Calcaterra a rendere speciale Squadra Antimafia, ma tutta la squadra, appunto, perchè siamo questo: un gruppo di persone che da tutto per arrivare al pubblico”.  Anche Francesca Valtorta, che interpreta la mafiosa Rachele Ragno, ha sottolineato la forte unione tra tutti gli attori del cast: “Per me venire qui in trasferta a Catania è stato bellissimo. Catania è Catania e qui ho avuto la possibilità di legare con tutti, sono davvero contenta!”

Paolo Pierobon, che interpreta il criptico Filippo De Silva, si è soffermato sul suo ruolo nella fiction sostenendo che “è bello interpretare il ruolo di De Silva, mi piace particolarmente il fatto che debba sempre cambiare, anche fisicamente, e questa è una bella sfida per noi attori”. Quando gli si chiede se ci sarà anche nella prossima stagione lui sorvola, invitando a seguire in tv le sue sorti.

Al termine della chiacchierata, foto e autografi con i propri beniamini hanno reso felici tutti i fan di Squadra Antimafia, anche se alcuni dilemmi espressi dal pubblico come il futuro di Rosy Abate sono rimasti, comprensibilmente, irrisolti. Non rimane dunque che seguire l’ultima puntata della sesta serie e aspettare il mese di Settembre del prossimo anno per sapere cosa succederà.

 

 

Scrivi