ACI CASTELLO − Il sindaco Filippo Drago ha  inviato una nota alla presidente della Commissione Giustizia della Camera dei Deputati, Donatella Ferranti, e per conoscenza ai componenti dello stesso organismo, con la quale chiede la calendarizzazione all’Ordine del Giorno della discussione della Proposta di Legge n° 1824.
Il testo, a firma dell’onorevole Basilio Catanoso, presentato in aula il 19 novembre 2013 ed assegnato alla Commissione in sede referente il 20 Gennaio 2014, mira a modificare l’articolo n° 7 del Codice della Strada in materia di esercizio abusivo dell’attività di parcheggiatore o guardiamacchine.
La modifica della normativa, infatti, era stata già chiesta nel 2013 con una nota del sindaco Drago inviata a tutti i parlamentari nazionali eletti in Sicilia, in quanto si tratta di un argomento che investe particolarmente i centri dei comuni siciliani tra i quali anche Aci Castello.
L’iniziativa relativa alla richiesta di inserimento all’Ordine del Giorno dei lavori della Commissione, della Proposta di Legge, è stata condivisa  anche dal sindaco di Catania e presidente del Consiglio Nazionale dell’A. N. C. I., Enzo Bianco.
Allo stato attuale, la Legge in vigore prevede soltanto una sanzione (da 765,00 a 3.076,00 euro) per coloro che esercitano abusivamente la professione di parcheggiatore o di guardiamacchine. Con il nuovo testo, invece, la pena viene inasprita in quanto alla recidiva viene comminato l’arresto con la reclusione da sei mesi a due anni.
“Si tratta di un provvedimento necessario al fine di rendere più efficace l’azione di contrasto nei confronti di una piaga, come quella relativa ai guardiamacchine, che anche a causa della stringente crisi economica sta dilagando nei nostri territori. L’attuale normativa, infatti, prevedendo la sanzione non sortisce gli effetti desiderati dato che i posteggiatori abusivi risultano molto spesso nullatenenti, con la conseguenza che la multa non viene pagata ma allo stesso tempo iscritta dai Comuni nei propri bilanci. Questo, oltre a lasciare impuniti i soggetti che esercitano quest’attività illegale − spiga il sindaco Filippo Drago − crea un notevole danno economico ai comuni (con pericolosi squilibri di bilancio in tempi in cui è già complicato chiudere positivamente i quadri contabili comunali), oltre a non incoraggiare i cittadini a denunciare alle forze dell’ordine la presenza dei parcheggiatori abusivi. L’auspicio è che quindi la Commissione Giustizia della Camera e i nostri parlamentari nazionali, alla ripresa dell’attività parlamentare, prendano a cuore questa proposta, sostenendo questo vero e proprio grido di allarme che giunge dalle nostre comunità fortemente penalizzate dal fenomeno dei parcheggiatori abusivi.”

 

Scrivi