CATANIA -La Trim Travel, agenzia viaggi leader nella realizzazione di percorsi didattici innovativi, ha organizzato giovedì 8 settembre una visita promozionale di presentazione del Progetto Quasimodo, riservata ai Sigg. Docenti Referenti e interessati al Progetto che intende coinvolgere nell’arco dell’anno scolastico gli studenti delle Scuole Secondarie di I e II grado,Il Progetto nasce con il proposito di stimolare ed incuriosire i ragazzi durante l’apprendimento di nozioni di letteratura italiana – in particolar modo si avrà modo di approfondire l’importanza della figura dello scrittore Salvatore Quasimodo premio nobel per la letteratura nel 1959. Nello stesso tempo, i ragazzi avranno l’opportunità di visitare lo splendido paese di Savoca, divenuto famoso in tutto il mondo per essere stato il set di alcune scene de Il Padrino di Francis Ford Coppola.Il Parco letterario Salvatore Quasimodo si trova a Roccalumera luogo d’origine della famiglia Quasimodo. È stato fondato dai fratelli Carlo e Sergio Mastroeni, con i quali collabora stabilmente Alessandro Quasimodo, attore e regista, figlio del poeta. Il parco ha sede nella dismessa stazione ferroviaria a ricordo della professione di ferroviere del padre e del nonno paterno di Salvatore Quasimodo. All’interno del giardino-museo sono parcheggiati cinque vagoni ferroviari merci trasformati in treno-museo con una galleria fotografica della famiglia Quasimodo; i vagoni sono simili a quelli dove la famiglia visse per mesi dopo il terremoto del 28 dicembre 1908 a Messina, come il poeta ricorda nella poesia Al padre; il giardino contiene piante descritte nelle poesie di Quasimodo. Nella biglietteria si trovano molti cimeli, tra i quali lo studio originale di Milano, la laurea dell’università di Messina e i certificati di nascita e di lavoro sia del poeta che della prima moglie Bice Donetti; inoltre è conservata la corrispondenza privata con personalità estere, e si possono visionare filmati delle teche Rai ed di televisioni estere, come la cerimonia del premio Nobel.

Fa parte del parco letterario anche la Torre Saracena di Roccalumera, citata nella poesia Vicino a una torre saracena per il fratello morto. La torre è stata restaurata nel 2001; conserva un quadro del 1600 trovato nel museo di Stoccolma, che rappresenta la torre stessa nel suo vecchio aspetto, e le famose gouaches dipinte personalmente da Salvatore Quasimodo e che ricordano la sua infanzia a Roccalumera. Del paese di Roccalumera è figlio Salvatore Quasimodo, premio Nobel per la letteratura: qui vi nacque e morì il padre, e qui nacquero e morirono i nonni paterni. La nonna Rosa Papandrea, originaria di Patrasso, è personaggio chiave al fine di comprendere la sua vena di grande traduttore dei classici, greci e latini. Qui ha ricevuto il battesimo il giorno 11 settembre 1901 nella chiesa della Madonna Bambina , del beato Francesco Maria Di Francia A Roccalumera, sulla via Umberto I, sorgeva la casa familiare, edificata da nonno Vincenzo Qui Salvatore Quasimodo visse per molti anni, venendo sempre ogni estate presso i nonni a fare i bagni nel limpido Mare Jonio, ed a giocare all’ombra della monumentale Torre Saracena ricordata nella poesia “vicino una torre saracena” che oggi è sede del parco letterario Salvatore Quasimodo di Roccalumera . Vi tornava spesso per venire a trovare i parenti. Qui venne subito dopo il conseguimento del Premio Nobel per la letteratura nel 1959, a rendere omaggio all’anziano padre.

La visita didattica si concluderà con la visita dello splendido paese di Savoca, uno dei centri più attraenti della zona taorminese. Qui sarà possibile visitare le catacombe, passeggiare lungo la piccola e caratteristica strada antica di Savoca dove si trova il bar Vitelli dove Francis Ford Coppola, girò alcune delle scene più importanti del film Il Padrino II.

Per i docenti interessati la partenza in pullman è prevista Giovedì 8 settembre alle ore 9,00 da Piazza Trento e rientro nel pomeriggio alle ore 18,00 I docenti interessati invieranno la scheda di adesione via email e telefonando per conferma alla Trim Travel

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi