PATERNO’ – I Carabinieri del Nucleo radiomobile della Compagnia di Paternò hanno arrestato, in flagranza di reato, il 31enne paternese Salvatore Davide Serrano per rapina aggravata, ricettazione e porto abusivo di armi clandestine.
Ieri alle 19, 30, in via delle Gemme, due individui armati e con il volto coperto da passamontagna hanno fatto irruzione nel supermercato Eurospin e sotto la minaccia delle pistole hanno costretto i cassieri a consegnar e loro i 1000 euro che erano in cassa. Qualcuno dei presenti, in tempo reale, è riuscito a dare l’allarme al 112 permettendo alla centrale operativa di attivare immediatamente la “gazzella” che, a sirene spiegate, si è recata sul posto. Ad una cinquantina di metri dal supermercato è stato intercettato uno scooter Honda Sh 150 con a bordo uno dei rapinatori, bloccato e disarmato dopo un inutile tentativo di sfuggire alla cattura. Addosso all’uomo è stata rinvenuta l’arma utilizzata per la rapina, una pistola semiautomatica Pietro Beretta calibro 22, risultata clandestina, con colpo in canna, cane armato e caricatore contenente una cartuccia inserito.
Le testimonianze, rese nell’immediatezza dei fatti dalle vittime, sono coincise con due aspetti salienti: l’arma utilizzata e i vestiti indossati dal rapinatore.
Il mezzo a due ruote con telaio contraffatto, l’arma e gli indumenti sono stati sequestrati mentre l’arrestato è stato rinchiuso nel carcere di piazza Lanza a Catania. La pistola è stata inviata al Reparto Investigazioni Scientifiche di Messina per gli accertamenti tecnico-balistici per stabilirne l’eventuale utilizzo in altri fatti criminosi.
Sono tuttora in corso le ricerche del complice che ha effettuato la rapina con l’arrestato.

Alessandro Famà

Scrivi