Anita Rapisarda

PATERNO’ –  Città famosa per le arance, perché ha dato i natali al benefattore Michelangelo Virgillito, per il più bel carnevale di Sicilia negli anni 60,  per le rane (non a caso i paternesi vengono definiti “mangia larunchi”), Paternò  è anche famosa per la Rocca Normanna e soprattutto per la bellissima Fiera di settembre. I bambini aspettavano  con ansia dopo la fine delle vacanze estive di andare alla Fiera di settembre dove vi erano le giostre e tante cose da mangiare, ma soprattutto si anticipava di solito la Fiera dei morti per acquistare qualche giocattolo. Nell’arco degli anni questa fiera a causa della mancanza di fondi da parte del Comune è stata sospesa, ripresa in maniera sporadica nelle scorse edizioni quando l’Amministrazione aveva incaricato la Confcommercio e la Proloco di Paternò per l’organizzazione della Fiera di settembre. In seguito è stata messa “al bando” da parte del Comune. Oggi  si conclude la manifestazione che ha ospitato tanti gli stand coinvolti all’interno della fiera e un programma ricco di intrattenimento tra cui ricordiamo la presenza nei giorni scorsi degli sbandieratori dell’associazione Antica Ibla Major con il corteo medievale, esibizione di Non solo Danza di Tonino Fallica. Nei giorni successivi tanti le manifestazioni tra cui arte spettacoli di B. Cassisi, l’accademia del Caribe, discoteca sotto le stelle, la presenza di Brigantony, in seguito momento poetico di G. Pistone, Volcano rock in concerto, esibizione Pizzeria Rimini, il concerto degli Sugar Free e sfilata Pelosi e famosi, la sfilata di gruppi in maschera carnevale estivo e il 25 settembre spettacolo comico di David Simone Vinci che a tal proposito commenta così la sua presenza alla Fiera di settembre “Naturalmente come cabarettista sono felicissimo di essere uno dei testimonial di questa manifestazione. Ringrazio l’Amministrazione comunale e soprattutto ringrazio sempre il mio straordinario amico che si chiama pubblico, perché grazie al pubblico David Simone Vinci è il personaggio popolare che tutti conosciamo. Ho tante cose in cantiere che qualcuno ancora non sa perché ufficialmente non l’ho detto:  non prendete impegni  perché tra due anni c’è la mia candidatura alla Regione, lista civica, perché noi siamo liberi, non abbiamo padroni, noi siamo persone libere come le rondini come diceva il grande Domenico Modugno, e  mi sto giocando questa carta perché le persone me l’hanno domandato. E’ da  tre anni che lavoro su questo progetto importante, perché dico sempre che bisogna difendere l’arte, la  cultura e lo spettacolo  all’interno della Regione Siciliana”.  La presidente dell’associazione  Social Time Simona Barbagallo, invece,  ci sottolinea come “Ho vissuto un mese e mezzo di pieno sacrificio in quanto ho dovuto cercare tutti gli standisti per allestire questa fiera, inoltre ho avuto un po’ di collaborazione da parte del Comune a livello burocratico, ma i vari artisti che ci sono stati in questi giorni sono il risultato di una auto tassazione da parte degli standisti per pagare gli artisti. L’unico che non è stato pagato da noi è David Simone Vinci. E’ stata una bella manifestazione poiché ha coinvolto tutti i cittadini paternesi ed ha portato sorriso quello che al momento manca, ed a me interessava far divertire la gente in questo momento buio e di crisi”.

A proposito dell'autore

Insegnante di professione, giornalista per vocazione o viceversa. Ancora sto cercando di scoprirlo. Mi sono avvicinata al bellissimo mondo del giornalismo per caso…forse perché ho sempre avuto la passione di scrivere, vedere quel foglio bianco che inizia attraverso la scrittura a prendere colore, ad avere una forma ben definita mi trasmette emozioni infinite… Potrei provare a sintetizzare la mia personale descrizione con una due semplici parole: Curiosa e innovativa. L’essere curiosa è sinonimo di voler sempre scoprire cose nuove, e poter scrivere di eventi, manifestazioni e tutto quello che fa notizia soddisfa la mia infinita curiosità. Innovativa perché penso che il giornale on line è il futuro della nostra società, ed aver avuto la possibilità di collaborare per questo giornale per me è una grande opportunità ma soprattutto un immenso piacere.

Post correlati

Scrivi