PATERNÒ − Comieco, il Consorzio Nazionale per il Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica, nato nel 1985 dalla volontà di un gruppo di aziende del settore cartario interessate a promuovere il concetto di “imballaggio ecologico”, giovedì 19 marzo presso l’Auditorium Don Milani ha incontrato gli alunni delle scuole secondaria di II grado di Paternò per presentare “Carta d’Imbarco un viaggio nel riciclo di carta e cartone”. Si tratta di uno spettacolo teatrale che racconta il ciclo del riciclo della carta, realizzato con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e in collaborazione con Dusty, l’azienda che si occupa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti nel Comune di Paternò, e il  Comune di Paternò.

Lo spettacolo, in tour per tutto il 2015 in vari centri d’Italia, è andato in scena due volte, alle 9.00 e alle 11.00, riscuotendo grande successo fra gli studenti degli istituti superiori paternesi che hanno affollato la platea dell’auditorium. “Carta d’Imbarco”, è stato interpretato dal giornalista e autore Luca Pagliari, che racconta il viaggio di una scatola di cartone verso una nuova vita grazie al riciclo, dal momento in cui, usata, viene destinata alla raccolta differenziata, fino alla sua rinascita come nuovo imballaggio. Questo fantastico viaggio non sarebbe possibile senza la preziosa collaborazione del cittadino che, nella vita di tutti i giorni, gettando giornali, fogli, scatole, riviste e imballaggi di carta e cartone nell’apposito contenitore della differenziata, diventa protagonista di un gesto di civiltà e rispetto dell’ambiente. Basta separare carta e cartone accuratamente per farli ritornare sotto forma di nuovi imballaggi, perché far bene la raccolta differenziata consente di risparmiare risorse preziose e di contribuire alla tutela dell’ambiente che, nell’immaginario collettivo, è sempre affar degli altri è mai nostro. Bisogna invece capire che il successo del riciclo di carte e cartone dipende da tutti, cittadini, pubblica amministrazione, produttori di imballaggi, e operatori della grande distribuzione.

“Portando a Paternò lo spettacolo teatrale “Carta d’imbarco” desideriamo raccontare alle nuove generazioni in modo accattivante l’importanza del riciclo e della raccolta differenziata di carta e cartone, sensibilizzando i ragazzi delle scuole superiori e incoraggiando le buone abitudini quotidiane in termini di raccolta differenziata” − ha dichiarato Carlo Montalbetti, direttore generale di Comieco. L’assessore alla Cultura ed alla Pubblica Istruzione del Comune di Paternò, Valentina Campisano: “Siamo molto felici di ospitare a Paternò lo spettacolo “Carta d’imbarco”, perché è perfettamente in linea con la politica di sensibilizzazione che in questi anni l’amministrazione ha portato avanti sul tema della raccolta differenziata e sulla gestione dei rifiuti. I cittadini si sono dimostrati sensibili su questo argomento e i dati lo confermano ampiamente. Lo spettacolo si sposa con l’idea di città educativa che con forza stiamo cercando di diffondere, soprattutto tra le giovani generazioni, attraverso la promozione ed il riconoscimento dell’educazione, intesa come insieme di occasioni per la crescita morale, culturale e sociale di tutti i cittadini, quale priorità assoluta per la società contemporanea e che, nel caso specifico, si traduce nell’imparare a gestire i propri comportamenti, nella vita di tutti i giorni, nel rispetto dell’ambiente, del territorio e degli equilibri naturali”. Il giornalista e attore Luca Pagliari evidenzia come “i ragazzi hanno seguito con interesse lo spettacolo perché non è un decalogo di regole, ma è un incontro giornalistico dove porto la mia esperienza in Italia e all’estero, e un tema come l’ambiente porta degli esempi che sono significativi che valgono più del solito libretto dell’istruzione per l’uso. L’obiettivo in una terra dove la parola cambiamento è quasi inesistente è far capire che gli adulti abbiamo fallito e loro se vogliono cambiare le cose devono rimboccarsi le maniche perché spetta esclusivamente a loro”.

Anita Rapisarda

Scrivi