Anita Rapisarda

PATERNO’ – Pomeriggio speciale oggi quello che hanno vissuto i pazienti del reparto di psichiatria del presidio ospedaliero SS. Salvatore di Paternò grazie alla donazione di alcuni arredi interni ed esterni donati dalle socie dell’ Inner Wheel Paternò Alto Simeto con il ricavato ottenuto dalla manifestazione teatrale “l’abito non fa il monaco”,  andata in scena al teatro Don Bosco di Catania lo scorso 10 aprile. Presenti il direttore sanitario Salvo Calì, la dottoressa Agata Santanocito, la presidente dell’Inner Wheel Sandra Santanocito e le socie del club e le dottoresse del reparto Emanuela Azzaro e Agata Bonaccorsi. Come sottolinea la presidente dell’Inner Wheel Sandra Santanocito “era tanto tempo che volevamo fare qualcosa per l’ospedale e ci hanno chiesto di aiutare questo reparto ed effettivamente, giorni fa ho fatto un sopralluogo ed è stato molto triste vedere questo reparto spoglio, esternamente un grandissimo cortile con nulla anche l’interno poco arredato con attrezzature obsolete una piccolissima tv dove i pazienti più che vedere potevano solo ascoltare. Abbiamo chiesto ai dottori di cosa avessero bisogno e ci hanno chiesto delle attrezzature ludiche ricreative per occupare il tempo libero dei pazienti e così abbiamo comparto un televisore quaranta pollici, un tapis rulan, esternamente banchine, tavoli, sedie, fioriere e un canestro”. Il direttore sanitario Salvo Calì soddisfatto della donazione ci sottolinea “da un piccolo grande gesto di solidarietà si vedono le grandi cose la dove il pubblico non riesce anche nei piccoli dettagli a rendere più confortevole l’ambiente, l’intervento di un’associazione privata che ha forti motivazioni etiche e di generosità sociale soprattutto per pazienti che vivono situazioni di disagi particolari come quelli dei reparti  psichiatrici è un gesto di grandissima umanità ma soprattutto generosità è il gesto che conta non l’entità della donazione, l’attenzione e la cura con la quale è stata organizzata”. E’ stato offerto ai pazienti del reparto un piccolo rinfresco offerto dell’associazione. Piccoli gesti che fanno la differenza.

 

 

224225

 

 

 

 

A proposito dell'autore

Insegnante di professione, giornalista per vocazione o viceversa. Ancora sto cercando di scoprirlo. Mi sono avvicinata al bellissimo mondo del giornalismo per caso…forse perché ho sempre avuto la passione di scrivere, vedere quel foglio bianco che inizia attraverso la scrittura a prendere colore, ad avere una forma ben definita mi trasmette emozioni infinite… Potrei provare a sintetizzare la mia personale descrizione con una due semplici parole: Curiosa e innovativa. L’essere curiosa è sinonimo di voler sempre scoprire cose nuove, e poter scrivere di eventi, manifestazioni e tutto quello che fa notizia soddisfa la mia infinita curiosità. Innovativa perché penso che il giornale on line è il futuro della nostra società, ed aver avuto la possibilità di collaborare per questo giornale per me è una grande opportunità ma soprattutto un immenso piacere.

Post correlati

Scrivi