Anita Rapisarda

PATERNO’ – Il Comune  di Paternò ha presentato nei giorni scorsi alla Procura di Catania un’istanza di sequestro dell’immobile appartenente all’Ente  di Sviluppo Agricolo  che si trova  ubicato in via Canonico Renna e da anni inutilizzato. Attualmente, all’interno dell’immobile, sono in atto dei lavori di messa in sicurezza, svolti dall’ESA su segnalazione del Comune. La richiesta di sequestro è stata presentata a seguito di un sopralluogo effettuato dal Nucleo di Tutela Ambientale della Polizia Municipale di Paternò. Nel corso dell’ispezione, infatti, gli agenti hanno verificato, all’interno dell’edificio,  la presenza di residui di materiale chimico, utilizzato a scopo agricolo, che potrebbe rappresentare un pericolo igienico-sanitario per l’area dove insiste la struttura.  In merito alla questione, il sindaco di Paternò, Mauro Mangano, dichiara “Nell’edificio sono presenti rifiuti pericolosi, vogliamo assicurarci che vengano smaltiti in sicurezza. Abbiamo presentato istanza di sequestro come misura cautelativa per assicurarci che gli interventi  attualmente in corso vengano effettuati nei termini di legge, e che i rifiuti pericolosi che permangono all’interno dell’edificio siano smaltiti in sicurezza. Emetteremo immediatamente un’ordinanza per la bonifica definitiva dell’area e se l’ESA non ottempererà ci attiveremo direttamente. Per la prima volta  stiamo lottando per riprenderci un bene che appartiene alla nostra comunità. Già nei mesi scorsi, avevamo chiesto all’ESA il comodato d’uso dell’edificio, proprio perché a noi interessa risolvere un problema e poter disporre dell’immobile, e non perdere tempo con lungaggini burocratiche. Purtroppo la richiesta ci è stata negata, ma non intendiamo fermarci.

A proposito dell'autore

Insegnante di professione, giornalista per vocazione o viceversa. Ancora sto cercando di scoprirlo. Mi sono avvicinata al bellissimo mondo del giornalismo per caso…forse perché ho sempre avuto la passione di scrivere, vedere quel foglio bianco che inizia attraverso la scrittura a prendere colore, ad avere una forma ben definita mi trasmette emozioni infinite… Potrei provare a sintetizzare la mia personale descrizione con una due semplici parole: Curiosa e innovativa. L’essere curiosa è sinonimo di voler sempre scoprire cose nuove, e poter scrivere di eventi, manifestazioni e tutto quello che fa notizia soddisfa la mia infinita curiosità. Innovativa perché penso che il giornale on line è il futuro della nostra società, ed aver avuto la possibilità di collaborare per questo giornale per me è una grande opportunità ma soprattutto un immenso piacere.

Post correlati

Scrivi