20160314_094611

di Anna Agata Mazzeo

Paternò – Sono state necessarie tre ore per domare l’incendio che si è sviluppato in un capannone della periferia nel tardo pomeriggio di ieri.

L’incendio è avvenuto intorno alle 19.30, presso una struttura che si trova sulla SP 58, a Tre Fontane, la zona industriale del paese, il rogo, divampato in un capannone adibito alla lavorazione delle arance, è stato spento grazie all’intervento dei Vigili del Fuoco del distaccamento di Paternò.

Vittima dell’incendio un’azienda specializzata nella lavorazione degli agrumi, la dinamica, che ha scatenato il tutto, è ancora sconosciuta. I Carabinieri della Compagnia di Paternò hanno sentito i titolari dell’azienda, nonché proprietari del capannone, al fine di escludere una matrice dolosa dell’accaduto, ma si attende l’esito della relazione tecnica dettagliata dei Vigili del Fuoco, per poter risalire alle cause, nessuna ipotesi esclusa, anche un corto circuito dell’impianto elettrico potrebbe aver scaturito l’incendio.

La presenza di scatoloni e imballaggi a cassette, all’esterno dell’edificio ha agevolato la propagazione delle fiamme verso l’interno, la stima dei danni non è stata ancora possibile quantificarla, ma il capannone è quasi completamente distrutto.

Fortunatamente l’intervento tempestivo del 115 ha evitato che le somme fossero più elevate. L’allarme è scattato immediatamente, da Catania sono giunti due mezzi del 115, oltre a quelli che per vicinanza e competenza territoriale, del distaccamento di Paternò.

Intorno alle 22.30 l’incendio era già stato spento e l’intera area è stata bonificata e messa in sicurezza.

Un settore in crisi, quello agrumicolo, già abbastanza traviato dal mercato, con i prezzi al di sotto del 30% del valore medio di mercato dell’ultimo triennio, penalizzato dalle esose tasse e dal Ctv- Citrus tristeza virus, che ha infettato ettari di piante, ormai da eradicare.

Il settore ha bisogno di una urgente riqualificazione ad opera delle istituzioni, di agevolazioni fiscali, che consentano la ripresa in termini di competitività e di mercato.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi