PATERNÒ – Una lunga scia di incidenti che in città sembrerebbe non arrestarsi. Ennesimo sinistro nella tarda mattinata di oggi che ha visto protagonisti, loro malgrado, un pedone ed un centauro. Entrambi rimasti feriti ma ad avere la peggio è stato l’uomo che a piedi attraversava la strada: un 58enne del luogo trasportato in prognosi riservata presso l’ospedale Cannizzaro a Catania.
L’impatto è avvenuto lungo via Santa Caterina a pochi passi dalla chiesa della Santa Patrona Barbara. Ancora da chiarire l’esatta dinamica della cui ricostruzione se ne occupano i Vigili Urbani che sul posto hanno effettuato i rilevi. Sembrerebbe ad ogni modo che il pedone stesse attraversando la strada quando è sopraggiunto lo scooter (con in sella il giovane in direzione piazza Vittorio Veneto). Un impatto violento che ha scaraventato sull’asfalto il 58enne e a diversi metri di distanza. Anche il mezzo a due ruote tuttavia è stato sbalzato parecchio più in là, finendo a circa dieci metri dal luogo dell’urto.
Il ferito più grave è stato immediatamente soccorso da un paramedico che si trovava di passaggio. Sul posto è poi giunta un’ambulanza del 118 i cui operatori hanno richiesto l’intervento dell’elisoccorso poiché l’uomo ha riportato, tra le altre, una profonda ferita alla fronte e politraumi tra cui quello cranico. L’eliambulanza è atterrata all’interno del campo sportivo “Falcone Borsellino” per condurlo, in prognosi riservata, presso il trauma center dell’ospedale catanese Cannizzaro, per tutti i controlli del caso e dove sarà tenuto sotto osservazione medica . incidente paternò via santa caterina elisoccorso
Ferito, in particolar modo al piede, anche il centauro che è stato soccorso e trasportato, da alcuni cittadini, al pronto soccorso del locale nosocomio paternese “Santissimo Salvatore”.
Insomma quella di oggi i Paternò è stata un’altra giornata di paura ed apprensione e dopo l’incidente avvenuto ieri in zona salinelle, tra un furgoncino ed un auto, il cui bilancio è stato di due feriti (e tra questi un 20, anche lui trasportato con l’elicottero del 118 al Cannizzaro).

Scrivi