PATERNÒ – Violento impatto, tra un’auto ed un furgoncino, nella tarda mattinata di oggi all’incrocio tra le vie Delle Gemme e Ametista in zona Salinelle. Ad avere la peggio e rimanere feriti due giovani che viaggiavano a bordo del furgone e che tuttavia (e fortunatamente) non sarebbero in pericolo di vita.
L’impatto tra l’auto (una Peugeot 206 condotta da un 24enne del luogo che procedeva lungo via Delle Gemme e che è rimasto illeso) ed il furgoncino (Fiat Doblò che proveniva dall’altra via) è stato così violento da far ribaltare quest’ultimo mezzo. Sul posto è giunta un’ambulanza del 118, allertata dai residenti, i cui medici e paramedici hanno prestato le prime cure al 20enne paternese che si trovava sul sedile passeggero del Doblò e che nell’impatto ha avuto la peggio, riportando politraumi, una presunta frattura al ginocchio, nonché un sospetto trauma cranico.

paternò elisoccorso muccheIl giovane non ha perso coscienza ma le sue condizioni hanno spinto i medici a richiedere l’intervento dell’elisoccorso che, atterrato con non poche difficoltà in uno spiazzo adiacente dove stavano intanto pascolando degli animali, ha poi condotto il 20 presso il trauma centre dell’ospedale Cannizzaro a Catania per tutti gli accertamenti del caso.
Incidente paternò fiat doblòPer estrarre invece dall’abitacolo il conducente del furgoncino, un 23enne residente a Belpasso rimasto incastrato, è occorso l’intervento del Vigili del fuoco del distaccamento di Paternò. É stato poi stabilizzato dagli operatori sanitari di una seconda ambulanza. Ha riportato diversi politraumi ed è stato trasportato presso il locale nosocomio Santissimo Salvatore per gli accertamenti e per verificare o escludere la probabile frattura ad una spalla.
I pompieri, giunti celermente sul luogo del terribile impatto, hanno, inoltre, messo in sicurezza i due mezzi ed atteso in via precauzionale sino al momento della loro rimozione dalla strada (dopo i rilievi effettuati dai Vigili urbani a cui tocca il compito di ricostruire l’esatta dinamica del sinistro).
Fortunatamente le condizioni dei due giovani non sarebbero gravi e per fortuna che in quei momenti nessun bambino usciva dalla vicinissima scuola dell’infanzia comunale “San Francesco”, al contrario oggi si sarebbe potuta verificare una tragedia.
Ma ciò che più oggi ha fatto infuriare i residenti è che tra quelle vie, senza nessuna segnaletica, gli incidenti si verificano quasi quotidianamente (l’ultimo sinistro in ordine cronologico solo una settimana fa, sempre lungo via Ametista, tra due auto. Ma la scia degli incidenti testimoniata negli anni è davvero lunga).

Allora occorre attendere che si verifichi la tragedia prima di intervenire quanto meno apponendo la giusta segnaletica stradale?

Scrivi