Ignacio Francisco Gonzalez Perez

Ignacio Francisco Gonzalez Perez

Xhulio Celaj

Xhulio Celaj

Gli agenti del Commissariato di Polizia di Patti stamattina hanno arrestato il cubano 25enne Ignacio Francisco Gonzalez Perez e l’albanese 23enne Xhulio Celaj, già noti alle Forze dell’Ordine, in esecuzione di un’ordinanza di applicazione di misura cautelare emessa dal Gip del tribunale di Patti su richiesta della locale Procura della Repubblica. I due sono ritenuti responsabili, in concorso tra loro, di rissa aggravata e lesioni personali gravi.
I fatti si riferiscono ad una violenta rissa tra alcuni giovani scoppiata nella piazza centrale di San Piero Patti lo scorso 14 febbraio – in pieno periodo di Carnevale – per motivi rimasti ignoti, che ha portato al ferimento di diverse persone e tra queste una, peraltro estranea alla rissa, in maniera molto grave. Infatti la stessa è stata deliberatamente aggredita e colpita selvaggiamente al capo, verosimilmente con un corpo contundente, riportando lesioni gravi al capo e al volto.
Nella notte di quel carnascialesco San Valentino, rivelatosi di inaudita violenza per il tranquillo paese nebroideo, i poliziotti avevano raggiunto i luoghi in tempo per identificare i protagonisti delle aggressioni e fissare gli estremi di una scena di pura follia aggressiva, fatta di scontri tra due fazioni opposte, colpi proibiti, bottiglie rotte, cinghie sfilate ed avvolte alle braccia e, infine, una fulminea repressione punitiva consumata ai danni di chi – come il malcapitato aggredito – aveva solo tentato di allontanare dalla mischia un proprio giovane parente.
A seguito di quell’iniziale intervento della Volante in servizio notturno, esteso ai paesi del comprensorio, si è innestato un serrato lavoro investigativo svolto attraverso decine di testimonianze, fotografie e immagini di sistemi di videosorveglianza di esercizi privati, dove sono state isolate condotte riassumibili – alla stregua del linguaggio dello stesso Gip – in espressioni di una “inaudita aggressività” e di una “irrefrenabile furia aggressiva”.
Il cerchio si è infine chiuso, fissando precise responsabilità, verso i due giovani stranieri residenti a Patti gravati anche da significativi precedenti specifici. Inoltre solo qualche giorno prima al giovane albanese era stato notificato un Daspo adottato dal Questore di Messina per le intemperanze di cui si era reso protagonista durante un incontro di basket.
Il cubano Gonzalez Perez è stato tradotto nel carcere di Messina-Gazzi mentre l’albanese Celaj è stato ristretto agli arresti domiciliari, entrambi a disposizione dell’Autorità giudiziaria cui la Polizia ha anche denunciato gli altri partecipanti alla rissa.

A proposito dell'autore

Giornalista free lance - Educatore dell'infanzia

Comincia la sua carriera giornalistica scrivendo per il giornalino del liceo scientifico che frequenta. Entra a far parte della redazione catanese del Giornale di Sicilia, da cui non si è mai separato, nel 2005. Primo articolo ufficiale realizzato il 23 ottobre 2005 (a 19 anni ma il 31 ottobre sarebbero stati 20) per la gara di calcio di Prima categoria Calatabiano - Victoria 1-0. Dopo anni di studio e sacrifici ottiene la laurea in "Educatore dell'infanzia" nel 2013. Attualmente collabora anche con gds.it, con HercoleTv e con il mensile Il Cittadino Libero. Ama il cinema, i concerti, i viaggi e la buona musica. Ha visitato tutta la Sicilia, Malta, il Salento, Roma, Venezia, Milano, la Romagna, Firenze, Pisa, Lucca, Ascoli, Varese, Aosta, Caserta, Napoli, Perugia, Parigi, Barcellona, Basilea, Ginevra e Lugano. Lo sport in generale è la sua passione ma specialmente il calcio, la pallavolo, il basket e l'atletica leggera. Inoltre segue costantemente la cronaca nera, bianca e la politica.

Post correlati

Scrivi