SANTA TERESA DI RIVA La nuova programmazione comunitaria 2014/2020 offre alle realtà locali l’opportunità di attuare strategie di sviluppo di tipo partecipativo finalizzate ad accrescere il tessuto sociale ed economico dei territori. Il nuovo Piano di Sviluppo Rurale, (PSR SICILIA 2014/2020), approvato dalla Commissione europea, prevede una serie di interventi la cui attuazione di una parte è demandata ai Gruppi di Azione Locali, G.A.L. Il primo di questi interventi, propedeutico alla definizione del Piano di Azione Locale, individua secondo priorità e criteri specifici i partenariati pubblico/privati a cui erogare un sostegno nella preparazione delle strategie di sviluppo locale, circa 70 milioni di euro. Il GAL Peloritani, che ha già partecipato con ottimi risultati alla precedente programmazione, ha già avviato una serie di incontri sul territorio con gli enti locali, le associazioni, i rappresentanti di categoria e i professionisti, al fine di raccogliere più suggerimenti possibili, per redigere il nuovo Piano di Azione Locale. Già a Messina e a Santa Teresa di Riva, come a Nizza di Sicilia e Taormina con le associazioni degli albergatori, ed infine a cavallo di questo fine settimana, con le Proloco del territorio del Gal e nuovamente con la città di Messina, in particolare nei villaggi Nord e Sud della città, che sono i nuovi territori rurali inseriti nella programmazione del PSR ( Piano di Sviluppo Rurale) 2014/2020). Il Gruppo di Azione Locale (GAL) “Terre dei miti e della bellezza”, proseguirà poi con gli incontri nella prima settimana di giugno sulla zona Tirrenica dei Peloritani, dopodiché nell’assemblea conclusiva di giugno sarà approvata definitivamente la strategia già suggerita dall’assemblea con le idee raccolte sul territorio in questo ciclo di incontri di animazione. “Sviluppo e innovazione delle filiere e dei sistemi produttivi locali (agroalimentari, forestali artigianali e manifatturieri),Valorizzazione dei beni culturali e patrimonio artistico legato al territori e Valorizzazione e gestione delle risorse ambientali e naturali, sono gli ambiti tematici con cui ci stiamo confrontando e continueremo a confrontarci nei prossimi giorni – ha dichiarato il Presidente del GAL Peloritani, Giuseppe Lombardo – al fine di rendere il territorio dei Peloritani non più un luogo geografico, ma una identità territoriale vera e propria da promuovere con la sua vera essenza di storia, paesaggio, biodiversità, cultura, ed eccellenze enogastronomiche”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi