CATANIA – Al termine di complesse attività d’indagine e controllo del territorio, reparti operativi della Guardia Costiera della Direzione Marittima di Catania hanno eseguito una brillante operazione finalizzata al contrasto della pesca illegale del Tonno Rosso.

I militari della Guardia Costiera hanno sequestrato circa 5 quintali di tonno rosso pescato, illegalmente, da due motopescherecci nel tratto di mare compreso tra il porto di Pozzillo ed il Porto di Riposto.

All’operazione hanno preso parte il personale e le motovedette delle Capitanerie di Porto di Catania, Riposto e Acireale, a testimonianza del costante e continuo monitoraggio del mare e del territorio di giurisdizione.

Al termine dell’operazione, il personale ha provveduto a redigere apposita notizia di reato e l’invio degli atti alla competente autorità giudiziaria, elevando contestualmente verbali amministrativi per un importo superiore a 15.000 Euro e la decurtazione di 11 punti dai titoli professionali dei Comandanti dei pescherecci.

Gli esemplari di tonno rosso sottomisura, a seguito di controllo sanitario da parte dei veterinari dell’Asp di competenza, che lo hanno giudicato commestibile, è stato interamente devoluto alle associazioni caritatevoli e di beneficienza, il restante pescato verrà battuto all’asta per la successiva vendita.

Si ringrazia per la cortese collaborazione e si porgono i più cordiali saluti dall’Ufficio Relazioni Esterne della Capitaneria di Porto di Catania

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi