ACI SANT’ANTONIO − È successo stanotte in una abitazione di via Marchese di Casalotto ad Aci Sant’Antonio (CT), dove un uomo, al culmine di una discussione legata a questione economiche, ha brutalmente picchiato a calci e pugni  la convivente che,  solo grazie al tempestivo intervento dei Carabinieri della locale Stazione, allertati  tramite una chiamata al 112,  fatta da alcuni vicini che hanno udito le urla della vittima, si è potuta liberare dalla furia dell’uomo,  provvidenzialmente bloccato ed ammanettato. Trasportata con l’ambulanza del 118  all’Ospedale di Acireale (CT) è stata presa in cura dei medici del pronto soccorso che le hanno riscontrato delle fratture alla sesta e settima costola, riduzione del corpo vertebrale L1 e trauma cranio-facciale con una prognosi di 30 giorni. Stamani, dopo qualche ora in osservazione,  la poveretta è potuta ritornare nella propria abitazione.

L’arrestato, il pluripregiudicato Sebastaiano Torrisi, di anni 47,  già sottoposto alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, è stato relegato agli arresti domiciliari nella casa materna, così come disposto dal magistrato di turno.

Scrivi