Contraddittorio e un po’ sborone. Ma il giovanotto si dà come pochi. Alla presentazione del “Portinaio del diavolo” di Salvatore Silvano Nigro, Buttafuoco ce la mette tutta per piacere. E ci riesce pure. Mi avvicino in zona Cesarini per scambiare due parole ma con un confidenziale uno-due «Ora non c’ha fazzu … ni parramu o cellulari», rinvia a data da destinarsi. Ma sì: generoso e simpatico. Dopotutto, oramai, conta solo il suo parere.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi