Riceviamo e pubblichiamo.

In riferimento a quanto dichiarato dall’on. Foti, con la quale ho collaborato in un recente passato e spero di collaborare anche in futuro, in occasione dell’incontro svoltosi con la quinta e la sesta commissione consiliare presso la mia azienda agricola, una biofattoria sociale e didattica, affermo di essere molto amareggiato per la strumentalizzazione che è seguita dopo la divulgazione dell’apposito verbale, in quanto l’intervento della stessa deputata si è soffermato solamente sugli aspetti descrittivi dell’ambiente e degli animali che vi dimorano, omettendo piuttosto il vero e reale significato dell’iniziativa intrapresa su cui ritengo doveroso intervenire e puntualizzare quanto segue:
La commissione quinta ha ritenuto importante riunirsi presso la mia azienda agricola al fine di cominciare ad avere elementi di spunto e riflessione circa la necessità e la possibilità di promuovere e incoraggiare la realizzazione di fattorie socio-didattiche nel territorio di Acireale.
La ratio che ha spinto la V e la VI commissione a voler intraprendere un simile percorso si basa su molteplici ragioni: sociale, educativo, occupazionale e ambientale.
In conseguenza di ciò ho messo a disposizione le mie competenze per individuare insieme alla V commissione consiliare percorsi didattici destinati a piccoli e giovani scolari, al fine di far comprendere meglio il significato della biodiversità, della raccolta differenziata, dell’eco-compatibilità, dell’impronta ecologica. Questa progettualità ha avuto il suo impulso e stimolo con la visita presso la mia azienda della commissione in questione.

Si sottolinea altresì che un ulteriore spunto emerso in seguito alla visita delle commissioni presso la mia azienda è stato quello dell’organizzazione delle Domeniche biologiche e seminari riguardanti Ambiente e alimentazione, in quanto socio fondatore dell’AIAB Sicilia (Associazione Italiana Agricoltura Biologica).
Nell’ambito della collaborazione intrapresa ho ritenuto importante dare un ulteriore contributo al Consiglio comunale per la mozione sull’uso sostenibile dei pesticidi nel comune di Acireale, approvata all’unanimità.
Per questi motivi ritengo inopportune e tendenziose le critiche mosse nei confronti dei componenti della commissione nelle circostanze descritte, che invece avrebbero meritato migliore considerazione, in quanto nessuna amministrazione ad oggi si era interessata in maniera così determinata ai problemi della salute dei cittadini e dell’ambiente del Comune di Acireale. Questo ciò che ha dichiarato Gianni Samperi.

Scrivi