ROMA – “La sospensione dal servizio del poliziotto Fabio Tortosa appare a dir poco spropositata. Ancora assurda e fuori da ogni logica civile ci sembra la rimozione del dirigente della Polizia di Stato di Cagliari, Antonino Adornato, solo perché ha avuto l’ardire di cliccare su Facebook un mi piace al post di Tortosa: così non si fa altro che contribuire alla delegittimazione delle forze dell’ordine che molti alimentano nella totale indifferenza del Governo e del ministro dell’Interno, Angelino Alfano, evidentemente troppo impegnato a rendersi gradevole a ‘sinistra’ piuttosto che a tutelare l’ autorevolezza e la credibilità delle forze dell’ordine, quotidianamente impegnate tra mille difficoltà e altrettanto quotidianamente sbeffeggiate da chi è solito delinquere”: è quanto afferma il deputato Basilio Catanoso, in una interrogazione sul “Caso Tortosa”, presentata oggi al Governo Renzi.

Prosegue l’on.Catanoso: “Il ministro Alfano, appare più occupato a capire come individuare i poliziotti, magari attraverso i numeri sui caschi degli stessi poliziotti impegnati nel mantenimento dell’ordine pubblico, piuttosto che a pensare come individuare risorse da spendere in tecnologie per determinare i responsabili dei disordini e di atti delinquenziali”, dice ancora l’on. Catanoso.
“La Polizia e le forze dell’ordine del nostro Paese dovrebbero essere messe nelle condizioni di agire e operare per il bene della comunità. Pertanto, piuttosto che a disquisire su Facebook, il Governo e il ministro Alfano farebbero bene ad assicurare alla Polizia, ai Carabinieri, alla Guardia di finanza le forniture di benzina necessarie o i ricambi delle autovetture, perché possano pattugliare ogni angolo del nostro Paese, a tutela dei cittadini. Magari annunciandolo con un tweet!” chiude l’on. Basilio Catanoso.

Scrivi