Ieri, personale del Commissariato Centrale ha individuato e arrestato il mauriziano Seenath Mohammad Bashiruddin (classe 1974) senza fissa dimora, in esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP presso il locale Tribunale dottor D’Arrigo, su conforme parere del Pubblico Ministero dottoressa Garufi, che ha accolto pienamente le risultanze investigative prodotte dal Commissariato, perché resosi responsabile del reato di stalking, aggravato, nei confronti della ex cognata con la quale aveva allacciato un rapporto sentimentale poi bruscamente interrotto.

In particolare, le indagini eseguite hanno accertato che l’indagato ha perseguitato la donna con atti persecutori e minacce per costringerela a ritornare con lui. L’ha tempestata di telefonate e sms minacciosi, l’ha segiuta in tutti i suoi spostamenti,inducendo la vittima a cambiare le proprie abitudini di vita ed a vivere in un perdurante stato di paura.
L’arrestato ultimate le formalità di rito è stato condotto presso il carcere cittadino a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.

Nella stessa giornata, è stato arrestato anche il pluripregiudicato catanese Toscano Giambattista (classe 1953) soprannominato “mani di fata”, affidato ai servizi sociali, perché resosi responsabile dei reati di tentato furto aggravato, violenza e resistenza a pubblico ufficiale.
In particolare Toscano è stato notato da una guardia particolare giurata in servizio di vigilanza presso il terminal bus di via Archimede, mentre derubava una donna appena scesa dal pullman proveniente da Cosenza. La guardia è intervenuta in soccorso della vittima venendo minacciato e aggredito da Toscano.
I fatti sono stati notati dal una volante e gli agenti sono intervenuti immediatamente in soccorso della guardia giurata provvedendo a bloccare ed accompagnare il malvivente presso gli uffici del Commissariato Centrale per l’espletamento delle formalità di rito, in attesa della celebrazione dell’udienza per direttissima.
Chiunque fosse in grado di fornire notizie utili all’identificazione della vittima, potrà contattare il Commissariato Centrale all’utenza telefonica 095/7365000.

Scrivi