Riceviamo e pubblichiamo:

Rischiano di rivelarsi inutili gli sforzi del Questore di Catania di incrementare il controllo del territorio e così i conseguenti sacrifici dei poliziotti. I continui tagli ai fondi alla sicurezza rendono impossibile il lavoro delle Forze dell’Ordine. I dati forniti dal segretario provinciale del SAP di Catania parlano chiaro. Su 30 autovetture attrezzate per il servizio di “volante” solo sette sono efficienti e le restanti 23 sono ferme in autorimessa per banali riparazioni. Mancano i soldi anche per banali interventi di manutenzione.
Gli operatori addetti alla manutenzione fanno i salti mortali per garantire le auto ai colleghi del settore operativo ma “senza soldi non si canta messa!”.
“Basta che alcuni equipaggi protraggono il turno ordinario per ragioni operative e il turno montante rimane a piedi in ufficio”. È una situazione insostenibile. Il Governo deve capire che la spesa per garantire la sicurezza ai cittadini non può più permettersi tagli, spending review e altre diavolerie affidate a burocrati contabili ministeriali.
Peraltro, in questo momento, oltre alla criminalità comune e mafiosa, il rischio del terrorismo islamico é quanto mai reale e pertanto il Governo deve invertire la tendenza della recente Legge di stabilità ed aumentare immediatamente le risorse per fronteggiare al meglio le attuali emergenze.
“Le nozze non si fanno con i fichi secchi!”.

Il Segretario Provinciale SAP
Giuseppe Coco

Scrivi