CATANIA − Grande segnale di vicinanza, solidarietà e condivisione al Segretario Generale del Sindacato Autonomo di Polizia (SAP) Gianni Tonelli, da parte degli operatori delle Forze dell’ordine catanesi.

Tonelli, in sciopero della fame da ben 36 giorni, continua a denunciare le reali limitazioni dell’apparato sicurezza ormai debilitato da anni di tagli e le effettive  condizioni nelle quali i poliziotti italiani sono costretti a lavorare.

“Anche a Catania denunciamo con coraggio − dichiara il Segretario Provinciale Giuseppe Coco –  ci sono mensalogore con più di duecentomila chilometri, vestiario insufficiente e inappropriato personale sempre più vecchio con una media che rasenta i 50 anni, pulizie degli Uffici e delle caserme pressoché inesistenti e lezioni di aggiornamento e addestramento professionale non altezza del periodo storico che stiamo vivendo”.

Alla sciopero della mensa organizzato dalla Segreteria Provinciale SAP di Catania presso il  X Reparto Mobile, hanno aderito la maggior parte dei colleghi;  il 90% dei  poliziotti e delle altre Forze di Polizia, hanno disertato la mensa interforze dimostrando che le ragioni portate avanti dal Segretario Generale del SAP Gianni Tonelli sono condivise dagli uomini e le donne che giornalmente vivono sulla loro pelle i disagi in cui versa l’intero apparato della sicurezza in Italia.

“È una questione grave – conclude Coco – un problema che va oltre le nostre quattro mura e per questo motivo ci stiamo appellando al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, inviandogli anche da questa provincia numerose cartoline affinché intervenga al più presto.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi