Dal movimento “Noi con Salvini – Sicilia” secco “no” all’immigrazione clandestina e lotta senza quartiere alla mafia infiltrata anche nelle società calcistiche

MESSINA – Il Ponte sullo stretto è strategico per la Sicilia e va realizzato. E’ quanto emerso dalla tappa messinese del movimento “Noi con Salvini”, coordinato in Sicilia dall’on. Angelo Attaguile, nei giorni scorsi nominato segretario nazionale del movimento presieduto dallo stesso Matteo Salvini.
Tra i tanti temi affrontati, Attaguile ha posto l’accento sulla questione “Ponte sullo Stretto”, recentemente riapertasi grazie ad una sua interrogazione parlamentare, sostenuta da tutta la Lega Nord, rivolta al mIMG_5390inistro delle Infrastrutture.
“Il ponte – ha dischiarato Attaguile – significherebbe continuità territoriale perchè prima di entrare in Europa dobbiamo iniziare a far parte concretamente dell’Italia. Nei giorni scorsi, in Commissione Trasporti, di cui faccio parte, sentivo un parlamentare siciliano elemosinare sconti per i siciliani costretti a traghettare. La dobbiamo finire di presentarci al nord con il cappello in mano: con il ponte saremmo protagonisti del cambiamento senza dover chiedere niente a nessuno!”
Altro tema affrontato, quello dell’immigrazione clandestina. “Abbiamo detto – ribadisce il coordinatore di Noi con Salvini – Sicilia – e continueremo a dire “no” all’immigrazione clandestina, che rappresenta un pericolo non solo di tipo sanitario, ma anche sotto l’aspetto della sicurezza delle nostre città”.
“Da segretario della Commissione Nazionale Antimafia – ha aggiunto Attaguile – conosco bene il fenomeno per averlo affrontato costantemente, e le numerose inchieste aperte al riguardo dalle varie Procure d’Italia testimoniano la presenza di chiari segnali d’infiltrazione mafiosa, contro la quale ci batteremo in tutte le sedi e con tutti i mezzi a nostra disposizione! Anche per questo è importante creare una classe dirigente e proporre dei candidati che non siano ricattabili: vogliamo gente libera e trasparente!”.
Parlando delle battaglie contro la mafia, l’on. Angelo Attaguile ha anche ricordato la sua proposta di legge sulle società sportive: “In occasione dell’anno giudiziario, il Procuratore Generale ha lanciato l’allarme delle infiltrazioni mafiose all’interno delle società calcistiche. La mia proposta di legge è diretta a riservare una quota importante dell’azionariato sociale -ben il 70%- ai tifosi, consentendo ai presidenti di poter detenere non oltre il 30%. Si tratta di un’iniziativa concreta per contrastare la presenza della criminalità organizzata, riconoscendo uno spazio che ai tifosi non era stato dato prima d’ora.”.
Nel corso dell’incontro, Attaguile ha spiegato il perché del progetto “Noi con Salvini” e ha preannunciato che il movimento predisporrà delle liste in vista delle prossime elezioni amministrative. “Ci presenteremo ai siciliani – ha affermato – con una classe dirigente nuova, capace e responsabile, che abbia a cuore anzitutto gli interessi dei siciliani. Lo faremo  non solo per le competizioni locali, ma anche e soprattutto in occasione delle elezioni regionali per le quali, sin da ora, ci proponiamo per la guida dell’Isola, sostenendo la necessità di un serio cambiamento anche all’interno della compagine parlamentare, nella quale non inseriremo soggetti con più di due legislature alle spalle. Tanti deputati hanno già chiesto di aderire al movimento in questi giorni, ma noi abbiamo rifiutato nel rispetto di tale principio.”

S.R.

Scrivi