CATANIA − Movimentata identificazione di un cittadino bulgaro che esercitava l’attività di posteggiatore abusivo al lungomare. Portato al comando dei Vigili urbani di Catania, è stato denunciato per minaccia a pubblico ufficiale. Inoltre gli sono stati notificati due provvedimenti pendenti contro di lui e sequestrate le somme provento dell’attività illecita.
È avvenuto al viale Ruggero di Lauria, durante i controlli serali del territorio che sono stati rafforzati nel fine settimana su precisa disposizione del vicecomandante della polizia locale Stefano Sorbino.

Una pattuglia composta da due ispettrici ha notato il cittadino bulgaro, poi identifiicato per I.G. 35 anni, che esercitava abusivamente l’attività di guardamacchine.
Alla richiesta di documenti, l’uomo reagiva violentemente, aggredendo verbalmente con minacce ed offese le due ispettrici, e rifutando di lasciare la zona. A quel punto, è intervenuta in appoggio un’altra pattuglia di vigili urbani e l’uomo è stato portato nell’ufficio di Polizia giudiziaria del Comando per l’identificazione. Nell’occasione, glisono stati notificati un provvedimento del Tribunale di Roma e un atto amministrativo della Polizia Ferroviaria di Bologna, pendenze che risultavano ai terminali della Questura. Il bulgaro è stato anche verbalizzato per l’infrazione amministrativa per la somma di 771 euro e gli è stata anche sequestrata la somma di 72,25 euro, provento dell’attività illecita. L’ufficio di Polizia giudiziaria deferirà l’uomo all’autorità giudiziaria per minaccia a pubblico ufficiale ai sensi dell’art. 336 c.p.

Scrivi