CATANIA – Di più drammatico del dato sulla povertà in Sicilia, reso noto oggi dall’ISTAT, ci sono l’indifferenza della politica e le inutili parole e vuoti proclami del presidente Crocetta.
Ci spieghino perché nel 2015 e nel 2016 non è stato speso un euro delle risorse messe a disposizione dalla programmazione comunitaria 2014/2020 per le politiche di inclusione sociale.
Ci informino perché non è stata posta all’ordine del giorno dell’Ars la proposta di legge di iniziativa popolare di contrasto alla povertà assoluta in Sicilia.  Non è più tempo di parole e di sterili enunciazioni è l’ora di agire.
Crocetta convochi immediatamente un tavolo con tutti i soggetti interessati, si faccia un censimento delle risorse disponibili (comunitarie, nazionali e regionali) e siano avviati tutti gli interventi necessari, senza inventarsi nulla ma attuando quanto già sperimentato e individuato nelle linee guida approvate dalla conferenza stato regioni.
Il terzo settore con tutte le sue componenti (volontariato, associazionismo, cooperazione sociale, fondazioni) è pronto a fare la sua parte, augurandosi che anche la politica, le istituzioni facciano la loro.
Pippo Di Natale, portavoce del Forum terzo settore

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi