Riceviamo e pubblichiamo.
CATANIA – Il ministri del Lavoro e dell’Economia hanno firmato il decreto che dará il via al SIA (sostegno inclusione attiva) il primo strumento a valere su tutto il territorio nazionale di contrasto alla povertà assoluta.
La Sicilia potrà contare su 112 milioni di €, che la collocano, purtroppo, al secondo posto tra le regioni italiane, dopo la Campania. A dimostrazione della gravita della situazione socio-economica dell’isola.
Ora tocca ai comuni, ai distretti socio-sanitari e alla regione attivarsi per la redazione dei progetti personalizzati di intervento per i destinatari della misura. È lecito chiedersi se gli uffici sono pronti a rispondere in maniera efficace ai nuovi e gravosi compiti.
Se cosi fosse chiediamo di conoscere quali iniziative si intendono adottare per ovviare a tali problemi.
Tali ragioni hanno indotto il Forum del Terzo Settore a richiedere un urgente incontro al presidente Crocetta, che spesso ci racconta di una Sicilia che non esiste,  all’assessore Micciché e al presidente dell’ANCI Orlando per fare il punto della situazione e garantire anche in Sicilia l’avvio di questo strumento destinato ai più poveri.
Pippo Di Natale
Portavoce del FTS Sicilia

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi