CATANIA  – I segretari generali provinciali di FP CGIL CISL FP UIL FPL, Gaetano Agliozzo, Armando Coco e Stefano Passarello, giudicano gravissima la decisione dalla Commissione bilancio della Camera di non autorizzare la proroga del contratto dei lavoratori precari siciliani delle pubbliche amministrazioni in dissesto, in pre-dissesto o con piani di rientro, come il Comune di Catania.

«È un atto arrogante e l’ennesimo schiaffo a centinaia di lavoratori precari – dichiarano Agliozzo, Coco e Passarello – che in questi anni hanno assicurato il buon funzionamento di uffici e servizi pubblici, non solo nel capoluogo, ma che in tanti altri comuni del territorio etneo»

Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl continueranno la mobilitazione, che auspichiamo venga ancora sostenuta anche dall’Anci siciliana, perché si tutelino i lavoratori precari ma anche i numerosi servizi essenziali che vengono assicurati alla collettività.

«Confidiamo, come auspicato dalla deputazione siciliana in commissione bilancio – concludono i tre segretari – che per i comuni dissestati o sotto piano di rientro, la deroga entri nel “decreto mille proroghe”, la cui emanazione è prevista entro la fine di questo mese, e si consenta così di salvaguardare la dignità di tante persone».

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi