PALERMO – Si inaugura oggi venerdì 5 febbraio alle ore 19:00 “PRIMO”, progetto ideato e curato da Virginia Glorioso e Francesca Malleo che vedrà come protagonisti il Gruppo SAPS – Gruppo Sperimentale Arte e Percezione Sicilia -, composto dagli artisti Dimitri Agnello, Ciro Cangialosi, Maria Correnti, Erika Giacalone, Massimiliano Patrizio Milia, Daniele Notaro, Valeria Prestigiacomo, Monica Rubino.

“PRIMO” ha tra i suoi obiettivi quello di far conoscere un nuovo spazio espositivo per l’arte contemporanea a Palermo. Il piano nobile di Palazzo Zingone – Trabia, sede dell’Accademia del David, si apre agli appassionati, ai cultori e agli addetti ai lavori come luogo di incontro tra il contemporaneo e la cornice d’eccezione costituita dalle sale ricche di affreschi ottocenteschi. L’esposizione avrà come protagonisti otto giovani artisti siciliani, che da quasi un anno hanno costituito il Gruppo – SAPS. Fotografi, pittori e scultori hanno dato vita ad un collettivo aperto alla sperimentazione creativa e presentano per la prima volta a Palermo le loro opere.

Dimitri Agnello (1995), ha conseguito la maturità classica e attualmente frequenta il secondo anno del triennio della scuola di pittura all’Accademia di Belle Arti di Palermo.

Ciro Cangialosi (1988), studia fotografia dal 2011. Dal 2012 frequenta il corso di Graphic Design dell’Accademia di Belle Arti di Palermo con diverse collaborazioni fotografiche nel corso degli anni. Dal 2015 espone lavori legati alla fotografia attraverso installazioni, video e audio. Ultimamente la sua attenzione si rivolge all’analisi dei luoghi in relazione alla presenza dell’uomo.

Maria Correnti (1990), la sua pittura materica è ricca di accostamenti geometrici e figurativi, utilizza il PVC per i suoi cicli pittorici In-Muta e Plastic World con un approccio sensibile nei confronti della natura e del paesaggio contemporaneo.

Erika Giacalone (1990), la sua produzione artistica si indirizza verso nuove sperimentazioni, soprattutto verso aspetti che legano la pittura alla scultura, creando un connubio tra i diversi linguaggi. La ricerca sull’identità̀ diventa centrale tramite l’individuazione e l’associazione tra materie opposte/contraddittorie, utilizzando la pratica del intreccio/cucito come mezzo espressivo.

Massimiliano Patrizio Milia (1991), consegue nel 2010 la maturità artistica presso il liceo artistico “Eustacchio Catalano” a Palermo. In seguito continua gli studi presso l’Accademia di Belle Arti di Palermo nel corso di Grafica d’Arte, dove consegue il diploma accademico nel 2014. Attualmente vive e opera a Palermo e in quest’ultima frequenta il biennio specialistico sempre in Grafica d’Arte.

Daniele Notaro (1990), è un giovane scultore la cui formazione si lega indissolubilmente alla figurazione. Ad Aprile del 2015 conosce, attraverso l’Accademia di Palermo e Museo Riso, l’artista Jannis Kounellis, tassello di particolare importanza per la sua crescita formativa; nello stesso anno vince con l’opera Vis à Vis, il secondo premio del concorso internazionale Premio Catel 2015 – Biennale di Scultura.

Valeria Prestigiacomo (1990), consegue il diploma accademico di I livello in Scultura presso l’Accademia di Belle Arti di Palermo. Nello stesso anno si iscrive al biennio specialistico di Grafica D’Arte. Nel 2012 sotto la direzione artistica di Sandro Tranchina e dello scenografo Renzo Milan, collabora in qualità di scultore alla realizzazione del Carro Trionfale del 388° Festino di Santa Rosalia. Collaborazione rinnovata gli anni successi, per la 389° e 390° edizione del Festino di Santa Rosalia.

Monica Rubino (1985), ha conseguito la laurea in Scienze e Tecnologie dell’Arte presso la facoltà di Lettere e Filosofia all’Università di Palermo e attualmente è iscritta al corso specialistico in Grafica d’Arte all’Accademia di Belle Arti di Palermo. Da quattro anni collabora, in veste di illustratrice, con la rivista e casa editrice il Palindromo.

L’evento sarà visitabile fino al 28 febbraio 2016.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi